La musica incontra l'arte, a teatro: ecco "Matti da suonare 2.0"

Mastromatteo e Bevilacqua, foto di scena

Teatro, musica, arte: tre diversi linguaggi artistici fusi insieme. Stiamo parlando di “Matti da suonare 2.0”, ultimo appuntamento in programma per la terza stagione della Piccola compagnia impertinente di Foggia che chiude un cartellone teatrale di successi, con un incontro inedito tra musica, arte e teatro. I prossimi sabato e domenica 25 e 26 aprile, sul palco di via Castiglione 49, il violoncello di Francesco Mastromatteo - e gli autori scelti, con un repertorio che abbraccia brani classici e moderni - dialogherà con alcuni frammenti di storie di grandi artisti legati all'arte pittorica e contemporanea.

La digressione nel mondo dell’arte è la novità di questo nuovo capitolo di “Matti da suonare”, un format ormai consolidato e particolarmente apprezzato dal pubblico. Un esperimento reso possibile anche grazie alla collaborazione dell’artista foggiana Tiziana D'ambrosio, che ha già esposto le sue opere nel foyer del Piccolo teatro impertinente nel periodo di Natale. “E’ una chiusura di stagione importante per noi, un cerchio che si chiude”, spiega il direttore artistico della compagnia, Pierluigi Bevilacqua.

“L'incontro e la collaborazione con Francesco Mastromatteo fu la primissima genesi di uno scambio culturale e artistico quando aprimmo il teatro e iniziammo l'avventura della Piccola compagnia impertinente. Siamo felici, quindi, di poter chiudere un anno fecondo di novità per la compagnia, che ha registrato il tutto esaurito in tutte le repliche degli spettacoli proposti, con un aumento considerevole del pubblico e delle collaborazioni esterne”. Tra queste collaborazioni, quella con l’artista Tiziana D'ambrosio ha dato la stura a questo desiderio di parlare d'arte, conoscendo artisti contemporanei e non, e facendo sì che le loro storie potessero intrecciarsi a quelle di grandi musicisti e compositori, così da incuriosire il pubblico a teatro.

Lo spettacolo “Matti da suonare 2.0” andrà in scena i prossimi sabato e domenica, 25 e 26 aprile, sul palco del Piccolo teatro impertinente di Foggia. In scena il Maestro Francesco Mastromatteo e l’attore Pierluigi Bevilacqua (che ne cura la regia). Lo spettacolo è a cura di Pierluigi Bevilacqua, Francesco Mastromatteo e Tiziana D'Ambrosio, ognuno portavoce di un diverso linguaggio artistico che, in scena, si fonderanno in una voce sola. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • 'Movimento', le opere di Giorgio e Silvia Rastelli al Mat di San Severo

    • dal 24 luglio al 24 ottobre 2020
    • MAT Museo dell’Alto Tavoliere
  • Le 'Squame' di Spadafranca in mostra alla Fondazione Monti Uniti

    • Gratis
    • dal 12 settembre al 3 ottobre 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti
  • 'Erasmus Days': tre giorni di eventi nelle sedi foggiane del Centro Studi European Campus

    • Gratis
    • dal 15 al 17 ottobre 2020
    • Foggia
  • Vini e Vinili: il Leo Club ritorna tra i colori del tramonto

    • solo domani
    • 17 settembre 2020
    • Borgo Turrito
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FoggiaToday è in caricamento