Domenica, 17 Ottobre 2021
Teatro

‘Checkpoint Charlie’ sbarca a Roma: la PCI di Foggia porta la guerra a teatro

E' la nuova produzione della Piccola compagnia impertinente. Dopo l'anteprima foggiana, lo spettacolo è pronto a debuttare a Roma, al Teatro Furio Camillo, il 10 e 11 giugno

“Checkpoint Charlie” è tutto ciò che la guerra significa. E’ uno spettacolo complesso e plurale, figlio dell'ultimo anno di lavoro degli allievi-attori della Scuola di Teatro della Piccola compagnia impertinente di Foggia. Un percorso conclusosi a maggio, nel teatro di via Castiglione, con l'anteprima di “Checkpoint Charlie”, spettacolo ora pronto a debuttare nella Capitale.

LO SPETTACOLO. La nuova produzione targata ‘Pci’ rappresenta l'esistenza stessa del conflitto. Una presenza storica e materiale del continuo desiderio di potere, che porta ad una semplice riflessione: perché tutto il meglio che l'uomo crea deve necessariamente nascere dallo scontro? Un interrogativo, una riflessione corale, svariati punti di vista: tutti raccolti nello spettacolo che i prossimi 10 e 11 giugno (ore 21) andrà in scena al Teatro Furio Camillo di Roma (Via Camilla 44).

Sul palco, gli attori della Scuola di Teatro della Piccola compagnia impertinente Rita Cancellaro, Giulia Cerrone, Franco Chierici, Luca Citarelli, Umberto Contini, Michele Correra, Serena de Lillo, Emilio de Niro, Chiara Gioiosa, Antonio e Mariangela Lonigro, Alfonso Pedone, Giammarco Pignatiello, Francesco Saggese e Ilaria Scarano. Ideazione e regia dello spettacolo sono a cura di Pierluigi Bevilacqua.

IL PROGETTO. “Quest'anno l'argomento della guerra è stato filo conduttore delle produzioni della scuola di teatro della compagnia - spiega il direttore artistico, Pierluigi Bevilacqua - prima con una rivisitazione di "Mia famiglia" di Eduardo, nella cui messa in scena lo scontro generazionale la faceva da padrone, e poi con Checkpoint Charlie, spettacolo in pieno ‘Stile Pci’, con quindici allievi-attori che raccontano la guerra attraverso capitoli, flash, quadri in grado di portare tutti ad una riflessione sulla natura del conflitto umano”.

Con questo spettacolo, quindi, prosegue la “tradizione” della compagnia foggiana che porta i suoi allievi a misurarsi con un pubblico sempre diverso, in una trasferta che non è unicamente una replica dello spettacolo, ma un momento di crescita teatrale ed umana. “Già con Brandelli d'Italia, sempre prodotto della scuola di teatro, la compagnia portò i propri allievi a Roma, Brindisi ed Ischia”, continua Bevilacqua. “Stessa cosa con SEIPOLITICO, quest'anno in una lunga tournée nelle scuole superiori: perché la formazione non si esaurisce con l'anteprima dello spettacolo. Checkpoint Charlie, inoltre, sarà in cartellone il prossimo anno presso il Piccolo teatro impertinente, e sarà proposto nei festival nazionali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Checkpoint Charlie’ sbarca a Roma: la PCI di Foggia porta la guerra a teatro

FoggiaToday è in caricamento