Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

[ VIDEO ] A Cerignola i migranti diventano attori: ecco 'Abusivi', la prima compagnia teatrale 'mista'

Ieri a Palazzo Dogana la presentazione dell'ambizioso progetto socio-culturale che sta nascendo a Cerignola

 

"Abusivi". E' questo il nome della nascente compagnia teatrale a Cerignola ad opera della cooperativa sociale Dibenedetto e dello Sportello immigrazione “ Stefano Fumarulo” diretto da Marcello Colopi, che hanno intercettato un bando regionale.

Il progetto è ambizioso e prevede di dar vita ad una compagnia di teatro sociale coinvolgendo giovani artisti italiani e stranieri, perseguendo una duplice finalità: supportare i migranti partecipanti in un percorso di inclusione sociale e culturale; offrire ai giovani artisti italiani e stranieri la possibilità di entrare a far parte di una compagnia teatrale.

Ieri, a Palazzo Dogana, in conferenza stampa, alla presenza tra gli altri del vicesindaco di Cerignola Rino Pezzano, è stato presentato il coronamento di un percorso già in atto che in modo informale ha vissuto il processo di attivazione di una serie di iniziative ( laboratori teatrali) che la cooperativa sociale Dibenedetto ha tenuto nel corso di quest’ultimo anno a sostegno di giovani migranti presenti nel territorio di Cerignola. "Il passaggio successivo - spiega Colopi, che è anche direttore artistico- è stato proprio quello di far nascere “ qualcosa di stabile e duraturo”, che continui nel tempo, un luogo di produzioni teatrali con testi e spettacoli  finalizzate ai processi di integrazione socio culturale e alla eventuale circuitizzazione". Avviata una raccolta fondi a sostegno dep progetto. La partecipazione al progetto della compagnia è gratuito .

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento