Summer school a Vieste: l'Unifg incontra altre tre università europee

Quattordici studenti e quindici docenti provenienti da Foggia, Madrid, Stettino e Salonicco si sono dati appuntamento sul Gargano, oggetto della seconda edizione la "Fortuna del classico: traduzioni intersemiotiche"

Quattordici studenti e quindici docenti provenienti dalle Università Complutense (Madrid, Spagna), Aristotele (Salonicco, Grecia) e Szczecin (Stettino, Polonia) si sono dati appuntamento a Vieste, dove su organizzazione dell'Amministrazione comunale, su coordinamento dell'agenzia Vinve Multimedia e sotto l'ègida didattico-scientifico dell'Università di Foggia è in corso la seconda edizione della Summer school incentrata sul tema “Fortuna del classico: traduzioni intersemiotiche”.

Durante la conferenza stampa di presentazione tenuta ieri pomeriggio – martedì 8 settembre, presso il Santuario Mariano di Santa Maria di Merino a Vieste, alla presenza del Prorettore dell'Università di Foggia prof. Giovanni Cipriani, del Sindaco di Vieste dott.ssa Ersilia Nobile e dell'Assessore al Turismo e alla cultura del Comune di Vieste dott. Nicola Rosiello – è stato tracciato il bilancio della scorsa edizione del seminario specialistico e sono state illustrate le linee programmatiche delle edizioni successive. «Stiamo lavorando per rendere questa summer school permanente – ha spiegato durante il suo intervento il Sindaco di Vieste, dott.ssa Ersilia Nobile – per dargli una struttura adeguata e un significato socio-scientifico che vada oltre il tema didattico scelto e proposto ogni anno. L'anno prossimo io non ci sarò (per scadenza del mandato amministrativo, NdR), ma il mio impegno sarà quello di trasferire al mio successore, chiunque egli sia, la grande opportunità che abbiamo di fronte. La presenza dell'Università di Foggia sul Gargano, segnatamente a Vieste, dev'essere considerata un autentico valore aggiunto, un sostegno culturale da cui partire per puntare al vero turismo di qualità che intendiamo riportare soprattutto a Vieste».

Alla presenza, tra gli altri, del Corrispondente consolare di Stettino (Polonia) prof. Angelo Rella, l'Università di Foggia si è detta assolutamente disponibile a costruire un percorso comune e duraturo con tutte le altre Università che hanno preso parte alla seconda Summer school di Vieste.«Noi siamo qui per costruire un cammino intellettuale – ha dichiarato il Prorettore dell'Università di Foggia, prof. Giovanni Cipriani, durante il suo intervento – siamo qui per accogliere, non solo idealmente, all'interno della nostra Università i colleghi docenti e tutti gli studenti che hanno creduto, e credono, che le relazioni sociali e culturali siano al centro del futuro dell'Europa. Una Europa di cui si parla tanto, ma che in questi giorni anche per merito dell'Università di Foggia ha messo insieme quattro Paesi come Italia, Grecia, Spagna e Polonia sotto lo stesso tetto, accomunati dal desiderio di apprendere, di scambiarsi informazioni ed esperienze, di sentirsi parte della stessa idea di mondo. Siamo orgogliosi di quello che stiamo facendo, ci sono Università ben più grandi della nostra e ben più prospere della nostra che continuano a coltivare e difendere il proprio orticello intellettuale con molta gelosia e, aggiungerei, con molta miopia. Noi ci mettiamo in discussione, e proprio per questo ci permettiamo di dire che attraverso l'Università di Foggia, tutta la Capitanata si avvicina molto di più all'Europa».

Di seguito il programma delle lezioni, già tenute e ancora da sostenere.

> 5 settembre - Santuario Mariano di Santa Maria di Merino / Vieste

Ore 10 - Prof. Sebastiano Valerio: Il suon delle parole. Dante, i menestrelli e i cantautori.

Ore 15.30 – Prof. Domenico Defilippis: Il Regno di Napoli tra linguaggi verbali e linguaggi iconici nel Rinascimento.

> 7 settembre - Santuario Mariano di Santa Maria di Merino / Vieste

Ore 9.30 – Prof. ssa Patricia Cañizares: Il viaggio dei racconti dall’Antichità al Medioevo.

Ore 11 – Prof. Zosi Zografidou: Il viaggio di Ulisse nel tempo .

Ore 15.30 - Prof. Angelo Rella: La Mandragola di Machiavelli fra Teatro, Cinema e Televisione.

> 8 settembre - Santuario Mariano di Santa Maria di Merino / Vieste

Ore 9.30 – Prof. ssa María Dolores Castro Jiménez: L’Odissea, poesia in musica: gli scali.

Ore 11 – Prof. ssa Diana Del Mastro: Il Mito di Amore e Psiche nell’Arte Moderna e Contemporanea.

Ore 15.30 - Prof. ssa Patrizia Resta: Il Mediterraneo: Una frontiera liquida.

> 9 settembre - Santuario Mariano di Santa Maria di Merino / Vieste

Ore 9.30 – Prof. Giovanni Cipriani: Pompeo, eroe senza testa: dal testo alle note.

Ore 11 – Prof. ssa Grazia Maria Masselli: Glauco, il pescatore: dal mare al palcoscenico.

Ore 15.30 – Prof. ssa Tiziana Ragno: Medea senza infanticidio. Mito e melodramma fra riscrittura e redenzione.

Ore 16.30 - Prof. ssa Francesca Sivo: «L’ombra della luce vivente». La vita di Ildegarde di Bingen tra letteratura e cinema.

Ore 17.30 – Prof. ssa Antonella Tedeschi: Tarpea in note.

> 10 settembre - Santuario Mariano di Santa Maria di Merino / Vieste

Ore 11.00 - Prof. ssa Isabella Loiodice: Il dialogo tra lingue e linguaggi per la Formazione di un pensiero plurale e ‘migrante’.

> 11 settembre - Santuario Mariano di Santa Maria di Merino / Vieste

Ore 9.30 – Prof. Vicente Cristóbal: La leggenda di Laocoonte e la sua fortuna nella letteratura e nelle arti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento