Al via il progetto made in Foggia "Quattro per quattro": un'orchestra italiana di musicisti under 35 si esibirà in 10 città della Corea

L’ensemble “Umberto Giordano” impegnato in dieci concerti in Corea con il sostegno del Mibac e di SIAE nell’ambito del programma “Per Chi Crea”.Per la prima volta un’intera orchestra pugliese under 35 in un tour internazionale nei 10 teatri più importanti della Corea.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Un altro importante traguardo internazionale per l’Associazione culturale Musica Civica di Foggia che si aggiudica il massimo contributo del bando nazionale “Per Chi Crea”, il programma promosso dal Mibac e gestito da SIAE che destina fondi a supporto della creatività e della promozione culturale nazionale e internazionale dei giovani. Il progetto, ideato da Gianna Fratta e Dino De Palma e prodotto a Foggia ad opera dell’ensemble “U. Giordano”, si intitola Four for Four e porta in 10 città della Corea un’orchestra giovanile italiana composta interamente da musicisti under 35 con un programma musicale che comprende un brano per flauto e archi di Roberto Di Marino (Quattro cartoline dall’Italia) e un’originale versione delle Quattro Stagioni di 4 compositori diversi (La primavera di Piazzolla, L’estate di Richter, L’autunno di Glass, L’inverno di Vivaldi).

Leitmotiv del progetto, oltre al numero 4, è l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione (video mapping, laser, realtà aumentata) apprezzatissime nella patria di Samsung, LG, Hyundai. Il tour, che vede il coinvolgimento di personale tecnico, organizzativo e artistico under 35, promuove infatti un nuovo format di spettacolo in cui la musica classica dal vivo dialoga e interagisce con la tecnologia di ultima generazione in campo di video design. Musica, regia, scenografia e tecnologia danno spettacolo. Con l’apporto di scenografie digitali d’avanguardia, il concerto classico si trasforma in uno spettacolo di luci, proiezioni ed effetti speciali 3D che coinvolgono lo spettatore in un ascolto creativo, immergendolo in ambientazioni sempre nuove. E se la parte musicale è affidata a musicisti pugliesi, altrettanto può dirsi della parte tecnologica, opera del visual artist Leandro Summo e del light artist Nicola D’Agnelli. Frutto della collaborazione tra l’Associazione Musica Civica di Foggia, la Sol’Opera Company di Seoul, la Fondazione Apulia felix Onlus e l’Associazione socioculturale Spazio Musica di Foggia, il tour prevede 10 esibizioni nei principali teatri coreani davanti ad un pubblico stimato di 20.000 presenze. Protagonista indiscusso del tour sarà l’Ensemble Umberto Giordano di Foggia, composto interamente da giovani artisti sotto i 35 anni e da un apparato organizzativo e tecnico anch’esso composto da giovani under 35 coordinati da Emanuela Bruno e Antonella De Santis. L’ensemble, fondato a Foggia quindici anni fa da Dino De Palma e protagonista di tour in tutto il mondo con concerti, tra l’altro, a New York, Istanbul, San Pietroburgo, Tel Aviv, Johannesburg, Pretoria, Mumbay, Kolkatta, Seoul, Colonia, Dortmund, Barcellona, Roma, si avvale di collaborazioni con solisti di caratura internazionale. La direzione dell’ensemble è affidata fin dalla nascita alla nota direttrice d’orchestra italiana Gianna Fratta, artista dalla carriera nazionale e internazionale ricchissima, proprio in questi giorni impegnata nell’allestimento di un Elisir d’amore frutto della collaborazione tra il Teatro alla Scala di Milano e il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Prima donna alla guida dei Berliner Symphoniker, della Sinfonica di Macao, del Teatro dell’Opera di Roma e di molte storiche orchestre nel mondo, Gianna Fratta è nota per i numerosi premi, per i traguardi raggiunti a livello internazionale (prima donna a dirigere il concerto di Natale al Senato dopo 20 edizioni affidate a direttori come Muti, Maazel, Oren ecc.) e per il suo impegno nella promozione dell’opera di Umberto Giordano nel mondo, risultati che l’hanno portata ad essere nominata Cavaliere della Repubblica Italiana. Il tour, che gode del supporto dell’Ambasciata italiana a Seoul e dell’Istituto Italiano di Cultura, si terrà nei mesi di giugno e luglio 2020 e sta già attivando una serie di collaborazioni tra istituzioni italiane e coreane, in modo da creare una rete virtuosa in grado di promuovere la cultura, la musica e i giovani artisti pugliesi.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento