'Stop azzardo' alla marcia della solidarietà, iniziative per promuovere la salute sociale

Il 6 novembre 2016 appuntamento con la decima edizione della manifestazione podistica sportiva e sociale  “la Marcia della Solidarietà”, organizzata dall’ASD Running Club Torremaggiore e dall’Associazione San Cristoforo.  Quest’anno nel corso della manifestazione sarà presente anche un InfoPoint sul tema della diffusione incontrollata del gioco d’azzardo, curata dal Comitato Civico territoriale STOP AZZARDO.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Torremaggiore - Il 6 novembre 2016 appuntamento con la decima edizione della manifestazione podistica sportiva e sociale "la Marcia della Solidarietà", organizzata dall'ASD Running Club Torremaggiore e dall'Associazione San Cristoforo. Quest'anno nel corso della manifestazione sarà presente anche un InfoPoint sul tema della diffusione incontrollata del gioco d'azzardo, curata dal Comitato Civico territoriale STOP AZZARDO. Infatti da alcuni mesi è attiva sul territorio dell'alto Tavoliere una rete civica che sta realizzando una campagna di informazione sul gioco d'azzardo , un tema tanto attuale quanto insidioso, per la sua natura falsamente ludica che cela invece un grande business.

La Campagna territoriale nasce per informare e sensibilizzare i cittadini circa i rischi connessi al gioco d'azzardo, un business economico di quasi 90 miliardi di euro all'anno, circa 1500 euro a persona per ogni cittadino italiano, cifre in crescita continua, grazie a spot e proposte di gioco in ogni luogo e momento: una vero e proprio assalto all'economia delle famiglie italiane. Per questo è necessario comprendere che il business dell'azzardo è enorme e riguarda tutti -nessuno escluso- e colmare il vuoto informativo rispetto ai rischi connessi al gioco. Tra l'altro il fenomeno della dipendenza patologica da gioco d'azzardo - definito "GAP" - sta assumendo dimensioni più che preoccupanti (si parla di oltre 700 mila persone dipendenti dal gioco), e su questo bisogna evidenziare come l'azzardo rappresenta un gigantesco business che spesso calpesta i diritti dei cittadini, senza tutelare i più deboli.

Tra le iniziative realizzate ed in corso segnaliamo la realizzazione del "Manualetto del cittadino ed altre storie d'azzardo", una pubblicazione curata dallo psicologo Francesco D'Andrea, un piccolo manuale con informazioni semplici, dirette e, per quanto possibile, chiare. Il manualetto è disponibile on line sul sito www.salutesociale.org e presso le librerie e le edicole della città e l'iniziativa "Adotta una classe", una raccolta fondi per realizzare laboratori didattici gratuiti per la prevenzione della diffusione del gioco d'azzardo patologico tra i giovani, che saranno realizzati nelle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio dell'Alto Tavoliere foggiano.

La Campagna di informazione STOP AZZARDO, è progetto sociale realizzato all'interno del Programma per la Salute Sociale, di cui è promotore la cooperativa sociale onlus Fortore Habitat insieme alla Scuola Media Statale Padre Pio di Torremaggiore ; un importante sostegno è stato fornito dall'Associazione di Promozione Sociale Un Ponte tra la Gente, dall'Associazione Culturale Social Organizzescion, dalla Libreria La Bottega dei Miracoli.

Per chi volesse informazioni può contattare il referente dott. Francesco D'Andrea al numero 338.1510355, inviare una e-mail a: info@fortorehabitat.it

oppure visitare la comunità virtuale su Facebook (https://www.facebook.com/stopazzardo/) e le pagine dedicate sul sito www.salutesociale.org e www.microeventi.it

Torna su
FoggiaToday è in caricamento