Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incredibile sorpresa ai piccoli pazienti, tra i reparti spuntano Spiderman e altri cosplay: "Un regalo ai veri supereroi"

In quindici da tutta la Puglia per i bambini dei reparti di Oncoematologia ed in Pediatria Generale dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

 

I piccoli guerrieri dell'ospedale 'Casa Sollievo della Sofferenza' hanno incontrato, questa mattina, i supereroi Marvel.

Un incontro speciale, quello avvenuto nei reparti di Onocomatologia Pediatrica e Pediatria Generale dell'ospedale di San Giovanni Rotondo: l'iniziativa è stata organizzata dall'associazione Mati - Marvel Avenger Team Italia, che riunisce sotto questa insegna appassionati cosplayer di tutt'Italia.  Molti di loro usano i loro costumi e il loro tempo libero per regalare un sogno ad occhi aperti (l'incontro con un supereroe, appunto) ai bambini ricoverati in ospedale.

"Siamo tutti amanti del cosplay, attività che ci offre la possibilità di trasformarci nei nostri eroi preferiti, con l'intento di far sognare adulti e bambini, e regalare loro un attimo di spensieratezza", spiega Marco Castellano dell'associazione Mati. "Nel nostro tempo libero visitiamo gli ospedali per regalare un sorriso ai bambini che vivono una parentesi difficile per via di una malattia. Quando ci incontrano, sono felicissimi: è stato provato che un'ora in nostra compagnia rende loro felici per 7-10 giorni".

"I pazienti sono i veri supereroi, con la loro determinazione e la loro voglia di vivere", spiega Saverio La Dogana, dir. Oncoematologia Pediatrica di Casa Sollievo."Ringraziamo i supereroi che oggi, con tanta generosità, sono venuti a trovarci. Tutto questo fa parte dell'assistenza globale: la cura di un bambino con patologia neoplastica, infatti, prevede, insieme al trattamento medico, la cura della parte sana del bambino. Visite come queste cnon fanno altro che andare in questa direzione". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento