menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Gruppo Speleologico Montenero

Il Gruppo Speleologico Montenero

Più di 1000 speleologi sul Gargano firmano il successo di Spelaion 2012

Organizzato dal Gruppo Speleologico Montenero, l'evento si è svolto a Borgo Celano, frazione di San Marco in Lamis, dal 1° al 4 novembre

Era stata metaforicamente preannunciata come la fine del mondo, l’evento dell’anno sul Gargano e tra i più suggestivi a San Marco in Lamis, cittadina tra San Severo e San Giovanni Rotondo che ha dato i natali al poeta dei due mondi, Joseph Tusiani, e che fino a qualche giorno fa era balzata agli onori della cronaca nazionale per “Le Fracchie” o per qualche timido avvenimento di cronaca, economia e politica.

Spelaion 2012, il raduno internazionale della Speleologia che si è svolto in Capitanata dal 1° al 4 novembre, ha sorpreso tutti e conferito al territorio fascino e considerazione, nonostante lo scetticismo iniziale. Per quattro giorni Borgo Celano ha vestito i panni di Patria e Capitale di un momento di riflessione sullo stato dell’arte della ricerca speleologica, condiviso e dibattuto in uno scenario magico, tra il verde incontaminato della natura e il carsico odore di grotte e cavità.

I componenti del Gruppo Speleologico Montenero hanno profuso un impegno tale da rendere la manifestazione incredibile e gli abitanti del posto, non più abituati a eventi di tale portata, orgogliosi e onorati di aver accolto nella propria terra, nel cuore dello sperone d’Italia, circa 1000 speleologi e qualche centinaia di passanti incuriositi e affascinati dal via vai continuo di persone che quotidianamente hanno percorso a piedi un tratto della Statale 272, anche via Francigena, per raggiungere i luoghi dei convegni e il tendone di 2500 metri quadrati allestito nelle vicinanze del Parco dei Dinosauri e del Museo Paleontologico dalla ditta cerignolana di Francesco Merafina.

Capacità, caparbietà, carattere, fantasia e passione: sono questi gli ingredienti che hanno determinato il successo di Spelaion 2012, che l’anno prossimo farà tappa a Casola Valsenia. Più di 100 appuntamenti tra convegni, incontri, assemblee, filmati, dibattiti, mostre e concerti, sono invece alcuni numeri della manifestazione organizzata con il patrocinio del Parco Nazionale del Gargano, della Regione Puglia, del Comune di San Marco in Lamis e della Provincia di Foggia.

IL GRUPPO SPELEOLOGICO MONTENERO

Quattro hotel dove poter alloggiare, un’area riservata ai sacchi a pelo, alcuni spazi tenda, quattro sale convegni (di cui uno all’Auditorium del Santuario di San Matteo), lo Speleobar, l’area Stand Gruppi e Stand Materiali, il palco, un’area parcheggio, docce, bagni, tre organi di controllo e alcuni esercizi convenzionati. In sintesi, un livello di organizzazione impeccabile.

Cultura, conoscenza e approfondimento al mattino, musica e divertimento alla sera. La medicina perfetta che ha reso la Woodstock della Speleologia un evento di spessore, per via dei relatori, dei professori e degli studiosi che si sono alternati in questa brillante kermesse naturalistica; divertente, per lo spirito con il quale gli speleologi (c’erano anche svizzeri, francesi, tedeschi e moldavi), hanno affrontato le nottate; meravigliosa, per la presenza sul palco di Maurizio Tancredi Band, In Nugae, Belli Dentro’s, Prapatapumpa, Zero 33, Li sprovviste, The Old Ropes e Qluedo; coinvolgente per la disco di Dj Residente, Matteo Lu Reggae e Mauro Dj, Ludo Dj e Raffavoca, Amedeo The Legend, Angelie Dj e per la partecipazione delle Speleo Girl.

Raggiunto al telefono, il presidente del Gruppo Speleologico Montenero, Gian Piero Villani, si è detto soddisfatto dell’evento e sulla base del successo ottenuto, non ha escluso “il ritorno”. Spelaion 2012 ha restituito decoro e valore a una terra che avverte il bisogno di sprigionare le proprie energie, che deve sollecitare l’esercizio di esperienze, competenze e professionalità e metterle in campo al servizio degli altri.

Qualcuno avrebbe semplicemente detto: “Tutto molto bello”.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento