Sabato, 16 Ottobre 2021
Eventi

Alunni, genitori e docenti ripuliscono aule e corridoi della San Pio X

Venti classi di diversi istituti foggiani hanno aderito a "Non ti scordar di me", motto della campagna di Legambiente "Scuola pulita" dedicata alla qualità e alla vivibilità degli istituti scolastici

“Non ti scordar di me”…quando l’esempio parte dal basso, dai più piccoli. Entusiasti, un po’ affaticati ma sorridenti. Sono i bambini della scuola San Pio X che, indossate le gialle pettorine di Legambiente e muniti di spugnette, pezzoline, sgrassatori e bacinelle d’acqua, hanno dato oggi una ventata di primavera ad aule e corridoi della loro scuola. “Non ti scordar di me”: è questo lo slogan scelto quest’anno da Legambiente per la campagna “Scuola pulita”, dedicata alla qualità e alla vivibilità degli edifici scolastici ed alla quale hanno aderito numerosi istituti foggiani.

Sotto la guida amorevole  ed indulgente di insegnanti e genitori (la novità, infatti, sta nella partecipazione anche delle famiglie), decine di piccoli studenti si sono cimentati nella pulizia dei luoghi in cui trascorrono il loro tempo mattutino, quotidianamente.  “La scuola come laboratorio di bellezza” è il tema centrale di questa 15esima edizione, ”una bellezza da difendere, uno spazio creativo dove bambini e ragazzi crescono, un laboratorio che crea e diffonde bellezza” commenta la dirigente scolastica, Giovanna Caserta. “Investire sulla scuola significa credere nel potenziale della bellezza che portano le giovani generazioni e nella capacità di lavorare insieme per il futuro”. “Ma la scuola, per poter fare questo non deve essere depotenziata come è accaduto in questi ultimi anni, ma curata in sicurezza e vivibilità, rinnovata e rafforzata nella didattica rispetto ad un mondo che cambia e che pone nuove domande”.

Dunque anche un’opportunità per presentare all’opinione pubblica questioni importanti come la precarietà degli edifici scolastici sollecitando l’attenzione delle istituzioni. L’appuntamento è nazionale. Tutto all’opera in questo sabato 23 marzo, giorno in cui l’associazione ambientalista ha dato il via alle “pulizie primaverili”, “realizzando tanti piccoli interventi di riqualificazione e cura degli edifici scolastici: dalla pulizia degli spazi alla piantumazione di alberi, dalla verniciatura delle aule all’abbellimento dei cortili” spiega il responsabile di Foggia, Tonino Soldo.

Legambiente denuncia da anni la necessità di un impegno maggiore delle istituzioni sul fronte dell’edilizia scolastica; l’ultimo dossier Ecosistema Scuola 2012 riporta dati ancora molto preoccupanti: quasi la metà degli edifici scolastici non possiede le certificazioni di agibilità, più del 65% non ha il certificato di prevenzione incendi e il 36% degli edifici ha bisogno d’interventi di manutenzione urgenti. Senza contare che il 32,42% delle strutture si trova in aree a rischio sismico e un 10,67% in aree ad alto rischio idrogeologico.

Dati che confermano lo stallo in cui si trova la qualità del patrimonio dell’edilizia scolastica italiana, che fatica a migliorare anche a causa del freno agli investimenti generato dal Patto di Stabilità. Gli unici passi avanti fatti dalle scuole riguardano la sostenibilità e il monitoraggio dell’amianto. L’appuntamento, organizzato del circolo Gaia di Legambiente  in collaborazione con 20 classi di diverse scuole del capoluogo dauno, ha coinvolto 500 alunni, che si sono presi cura della propria scuola, delle aule, degli ambienti comuni e dei giardini. Vi hanno preso parte anche la V. Da Feltre-Zingarelli e la scuola San Ciro. Lunedì toccherà anche all’istituto Alfieri-Garibaldi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alunni, genitori e docenti ripuliscono aule e corridoi della San Pio X

FoggiaToday è in caricamento