Ad Orsara c'è la scuola del sole e degli alberi: il "Sacro Cuore" si fa ecosostenibile

Tra le novità, l’impianto fotovoltaico che ha abbattuto la bolletta energetica, e nel giardino frutta e biodiversità. Riattivata la mensa, ora tocca alle strutture sportive

La scuola vista dall'alto

“Oggi Orsara può dire con soddisfazione di avere una scuola migliore. Può dirlo con i fatti, con le realizzazioni concrete. Grazie alla capacità progettuale dimostrata dall’Amministrazione comunale, che proprio in questi giorni è stata riconosciuta da uno studio di Opencoesione, siamo riusciti a ottenere i fondi che hanno portato miglioramenti tangibili all’edificio scolastico Sacro Cuore”.

L’anno scolastico volge al termine, ed è con queste parole che Tommaso Lecce, sindaco di Orsara di Puglia, ha tracciato un bilancio degli interventi che hanno riguardato la struttura scolastica orsarese. “Oggi la scuola è più funzionale, sicura ed efficiente. Abbiamo riattivato il servizio della mensa scolastica, facendo in modo che gli alunni non debbano più affrontare spostamenti, come accadeva prima, per consumare il proprio pasto. Per quanto riguarda la sicurezza dell’edificio, è stata realizzata la nuova recinzione. Chiunque volga lo sguardo verso la scuola, inoltre, può notare come si sia provveduto a dotare i tetti dell’edificio di pannelli per la produzione di energia fotovoltaica”.

Il sindaco di Orsara si riferisce all’installazione di pannellatura per l’efficienza energetica del plesso scolastico. “Oggi la scuola è completamente autosufficiente, per quanto riguarda l’energia elettrica, l’illuminazione interna ed esterna, con un risparmio consistente sulla bolletta comunale”, ha spiegato il primo cittadino. L’impianto produce fino a un massimo di 50 kWh, e l’energia eccedente viene ceduta all’Enel. Alla soddisfazione di Tommaso Lecce, si aggiunge quella espressa dal vicesindaco Rocco Dedda: “Nuovi interventi sono stati realizzati e saranno completati a breve anche per la palestra, il campo da calcetto e quello da tennis: potranno essere fruiti non solo dagli alunni ma da tutta la cittadinanza”.

“Grazie ai fondi ottenuti con i progetti sulla biodiversità”, ha detto Tommaso Lecce, “nel giardino della nostra scuola sono stati piantati alberi da frutto che potranno essere utilizzati a scopo didattico”. Già dal prossimo anno scolastico, una parte della frutta che nascerà da quegli alberi potrà essere raccolta e poi consumata in mensa. “L’istituzione e il potenziamento del micro nido, così come tutte le realizzazioni illustrate, costruiscono il futuro e lo stanno facendo oggi, non con le parole ma con i fatti”, ha sottolineato il sindaco. “Informare i cittadini è un nostro preciso dovere di trasparenza, perché alla cittadinanza dobbiamo rendicontare quanto è stato fatto per la Comunità in ossequio alle linee programmatiche. Oggi Orsara ha una scuola più moderna, funzionale e sicura, con un consumo energetico ecosostenibile e drasticamente ridotto”.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento