San Giovanni Rotondo: tanta musica al master del maestro Strappati

Festeggia quest'anno i trenta anni di carriera artistica e didattica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Una straordinaria e calorosa partecipazione ha salutato il master del Maestro Rinaldo Strappati a San Giovanni Rotondo. L'evento, organizzato in collaborazione con il Concerto Bandistico "U. Giordano", si è svolto domenica scorsa presso la sala dell'Istituto comprensivo "Francesco Forgione".

Numerosi i musicisti presenti, tra i quali: Matteo Zagaria, Silvio Nobili, Francesco Longo, Gerardo Treviso, Dario Cassano, Remo Bruno Pietro, Giuseppe Polignone, Luigi Beverelli, Matteo Maccarone (trombe, tromboni) e Gianmario Strappati (tuba) che hanno eseguito musiche di Bach, Mozart, Haydn, Hindemith e Honegger , nonchè i classici del repertorio ritmico-moderno.  "Ringrazio il presidente Giuseppe Ritrovato e gli organizzatori del master ( ha detto il M° Strappati) per avermi invitato quì nella Casa di Padre Pio. Ho promesso loro che tornerò al più presto, con il desiderio di ascoltare tutti i ragazzi che in questa occasione non hanno potuto partecipare perchè le iscrizioni avevano già raggiunto il limite massimo. Per molti anni ho avuto l'onore e il piacere di lavorare in questa terra meravigliosa e l'affetto che mi lega alla gente di qui e ai miei straordinari allievi è sempre molto forte".

Il M° Strappati già docente presso numerose Accademie di Alto Perfezionamento, Facoltà Universitarie e Conservatori di Stato, festeggia quest'anno i trenta anni di carriera artistica e didattica, durante la quale ha ricevuto riconoscimenti da alte cariche dello Stato. I suoi allievi di lui hanno hanno così scritto: "Quello che più colpisce, sin dai primi incontri, è la particolare pedagogia del M° Strappati: una paideia, di aristotelica memoria, in cui si realizza appieno il sano rapporto discente-maestro. Il protagonista delle sue lezioni è la persona. Il maestro Strappati non ha concezioni assolutiste o soluzioni pronte uguali per tutti. Nella sua educazione ogni allievo ha una sua strada, un percorso unico davanti a sè da compiere, liberamente. Andando avanti in questo sentiero impervio dello studio abbiamo trovato in lui soprattutto un amico sicuro, un padre nel difficile cammino verso la professione di musicisti.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento