A Natale si abbattono tutte le differenze: a San Giovanni il mercatino realizzato dai ragazzi del centro ‘Emma Francavilla’

Nel presepe vivente, realizzato dall'istituto "Pascoli-Forgione", la vendita di prodotti natalizi realizzati dai ragazzi del centro polivalente "Emma Francavilla"

Inaugurato ieri, si replica oggi fino alle 20, il Presepe vivente nel centro storico di San Giovanni Rotondo, realizzato, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, dagli alunni e le famiglie della scuola secondaria di primo grado dell'istituto comprensivo "Pascoli-Forgione". 

Una partecipazione comunitaria che ha saputo abbattere le differenze anagrafiche e quelle fisiche, visto che, grazie alla iniziativa del Centro Polivalente "Emma Francavilla", i ragazzi con disabilità hanno potuto organizzare un angolo di vendita di prodotti natalizi, realizzati con le loro mani. 

I ragazzi del centro sociale hanno messo in vendita ghirlande, biglietti di auguri, addobbi natalizi fatti con le loro mani, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza. 

“Abbiamo sostenuto una idea di Natale d'integrazione, mettendo insieme le diversità che non devono essere motivo di divisione, ma occasione di inclusione e partecipazione. Non può esserci Natale senza aprire il cuore e allargare le braccia, e dal nostro centro storico viene lanciato un messaggio di grande altruismo e di partecipazione civica che è la più bella lezione educativa e formativa per un istituto scolastico. Ringrazio la dirigente Maria Fiore, gli alunni e le loro famiglie e quanti hanno contribuito a rendere fruibile una iniziativa di grande valore sociale e di rivalutazione del nostro centro storico”, afferma il sindaco Costanzo Cascavilla. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento