rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Eventi

Orecchiette, rucola, patate e pomodoro. Dalla tradizione foggiana, ecco “A bandir”

Il bianco delle orecchiette, misto al verde della rucola e al rosso dei pomodori, richiama la bandiera italiana, da qui il celebre soprannome dato a uno dei piatti più celebri della tradizione foggiana

Un piatto dal soprannome facilmente spiegabile “a bandir”, e che fa parte della tradizione gastronomica foggiana. Per chi avesse ancora le idee poco chiare, stiamo parlando della pasta (generalmente le orecchiette) con rucola, patate e pomodoro.

Elencati gli ingredienti, è facile capire perché il piatto ha quel soprannome. Il bianco delle orecchiette, misto al verde della rucola e al rosso dei pomodori, richiama palesemente la bandiera italiana. Per la sua preparazione, abbiamo bisogno di aglio, peperoncino e olio extravergine d’oliva. Vediamo nei dettagli come preparare questo piatto squisito.

In un tegame ricolmo d’acqua salata, immergiamo le patate tagliate a pezzi. Lasciare l’acqua a bollire per alcuni minuti prima di aggiungere le orecchiette e la rucola.
Contestualmente, in una pentola facciamo soffriggere aglio, peperoncino e i pomodorini per alcuni minuti, il tempo di far cuocere i pomodorini e ottenere la classica doratura dell’aglio. Scolare orecchiette, rucola e patate, e versare il tutto nella padella con i pomodorini. Amalgamare bene il tutto, e concludere con un goccio di olio d’oliva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orecchiette, rucola, patate e pomodoro. Dalla tradizione foggiana, ecco “A bandir”

FoggiaToday è in caricamento