rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Eventi Rocchetta Sant'Antonio

La Chiesa Matrice di Rocchetta Sant'Antonio torna a nuova vita

Nel giorno della festa del santo patrono la Chiesa matrice tornerà a nuova vita mostrando in tutto il suo splendore

Si chiude il percorso di appuntamenti che hanno accompagnato il restauro conservativo della Chiesa Matrice di Rocchetta Sant’Antonio. 'Mettere in luce il restauro della facciata della Chiesa Matrice', è il tema dell’ultimo di quattro appuntamenti che domenica 16 gennaio, alle 18:45 sarà centrato sui lavori che hanno interessato la Chiesa Madre di Rocchetta Sant’Antonio e sull’impatto che avranno su tutta la comunità della cittadina dauna.

L’incontro organizzato dalla diocesi Cerignola-Ascoli Satriano, dalla Parrocchia Beata Vergine Maria e dalla coop. L’Internazionale con il supporto di Legacoop Puglia si inserisce nel filone che nei mesi scorsi ha voluto affrontare insieme alla comunità di Rocchetta temi legati ai bisogni degli abitanti dei Monti Dauni e a come soddisfarli.

Domenica 16 gennaio, nel giorno della festa del santo patrono, la Chiesa matrice tornerà a nuova vita mostrando in tutto il suo splendore la facciata esterna rifatta, grazie alla maestria della cooperativa l’Internazionale di Altamura, specializzata in rifacimenti di chiese e restauri.

“Con viva soddisfazione, durante la festa del Santo Patrono di Rocchetta Sant'Antonio metteremo in luce le facciate restaurate della Chiesa, dopo il restauro effettuato con la maestria della Ditta L’Internazionale e con il contributo di numerosi sponsor che ringrazio” dichiara il Vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, Mons. Luigi Renna. “Le facciate richiamano sempre il 'volto', - continua - cioè la parte di noi che deve essere coerente con quello che c'è nella nostra interiorità. Sarà bello riflettere su questo aspetto del volto per far sì che il restauro della chiesa di pietre e mattoni solleciti sempre le riforme della chiesa di pietre vive che è la Chiesa”.

“L’iniziativa condivisa tra la cooperativa L’Internazionale e le Autorità Ecclesiastiche, diocesana e parrocchiale, - afferma Carmelo Rollo, Presidente di Legacoop Puglia - è la concreta manifestazione della funzione sociale insita nella natura mutualistica della cooperazione dalla quale discendono la responsabilità di eseguire in modo ottimale ed etico una commessa di lavoro, ma anche di contribuire a riversare valori coesivi e generativi sulle comunità e sui territorio dove si è operato. Questa assunzione di responsabilità – prosegue Rollo - ha sostenuto il convinto appoggio partecipativo di Legacoop Puglia alle iniziative realizzate dalla Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano nella Parrocchia di Rocchetta Sant’Antonio.”.

Per Francesco Cornacchia, Presidente della Coop. L’Internazionale, “è stato un onore poter affiancare la Parrocchia e la Diocesi, nei lavori di restauro delle facciate. In 81 giorni le nostre maestranze hanno svolto il lavoro con professionalità portando a termine i lavori di reintegrazione dell'immagine e restauro conservativo delle superfici lapidee delle facciate. Il mio ringraziamento e di tutta la Cooperativa che ho l’onore di rappresentare, ancora una volta per la fiducia va in particolare al Parroco don Antonio e soprattutto al Vescovo Mons. Luigi Renna”.

All’incontro dopo i saluti di Don Antonio Aghilar, parroco della chiesa matrice prenderanno parte: Pompeo Circiello, sindaco di Rocchetta Sant’Antonio; Carmelo Rollo, presidente Legacoop Puglia e vicepresidente Legacoop Nazionale; Francesco Cornacchia, presidente Soc. Coop. L’Internazionale; Luigi Renna Vescovo della Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano.

Locabdina rocchetta-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Chiesa Matrice di Rocchetta Sant'Antonio torna a nuova vita

FoggiaToday è in caricamento