Questo è il mio paese’, quando a vincere è il Gargano (e il sogno di Luana)

Il Gargano protagonista della fiction. A FoggiaToday, Luana La Scala (la 'Emilia' da ragazza) racconta le sue emozioni e il sogno di proseguire questa carriera dopo gli studi

Alcune riprese di 'Questo è il mio paese'

‘Questo è il mio Paese’ ha vinto, con lei anche anche il Gargano, location della serie tv ambientata in Calabria ma girata a Vico, Ischitella, San Marco in Lamis, Manfredonia, Peschici, Rodi e a Castelmezzano in provincia di Potenza. Il Gargano ha vinto perché la presenza delle telecamere sul territorio ha suscitato curiosità e sensibilizzato l’utenza sulle enormi potenzialità che ha questo territorio. Ha vinto perché ha vinto la sfida con se stessa, quella di superare, vedi il caso Palazzo della Bella, un incidente di percorso che avrebbe potuto compromettere le riprese.

Ha vinto perché si è trovata al posto giusto nel momento giusto. Perché è stata attrice protagonista, senza nulla togliere all’incredibile interpretazione di Violante Placido, di un prodotto di successo. Ben fatto, con numeri importantissimi in termini di audience. Tant’è che allo scorrere dei titoli di coda c’è già chi auspicava una seconda edizione.

'Questo è il mio paese' è un prodotto riuscito, vuoi per la trama, vuoi perché chi vi ha partecipato – anche se dall’altra parte dello schermo – si è lasciato trascinare senza freni nel vortice di una storia e di un contesto che sono oggettivamente piaciuti. Le bellezze del promontorio non sono passate inosservate. Successo certificato dalle testimonianze delle comparse, degli attori secondari e di chi - tanti quelli della provincia di Foggia - ha lavorato intorno al prodotto. 

Con una di loro abbiamo fatto una chiacchierata, così, per capire cosa realmente si prova davanti a una telecamera e quali sono le emozioni che si vivono stando a contatto con registi e attori professionisti, soprattutto quando si è alla primissima esperienza. C’è una ragazza di Manfredonia, studentessa 19enne iscritta alla facoltà di Giurisprudenza, che ha interpretato il ruolo di Emilia da ragazza (Gioia Spaziani). Per intenderci, Emilia è l’amica d’infanzia e sindaco di Calura costretta per via di un tumore a lasciare la fascia tricolore. Fascia che per suo volere finirà ad Anna (Violante Placido).

Appena cinque scene girate le sono bastate per innamorarsi di questo mestiere: “Quando mi hanno scelta per me é stata una sorpresa, sono rimasta senza parole. Pensavo addirittura fosse uno scherzo”. Luana La Scala infatti aveva fatto un provino per fare la comparsa in un altro film. “Descrivere le emozioni che ho provato è difficile perché bisogna viverle”.  Non è stato semplice per lei vincere l’imbarazzo di girare una scena, circondata da macchinisti, registi e truccatori. Ne è valsa la pena quando Luana si è vista in tv: “Non riuscivo quasi a crederci”

Per Luana, la ‘Emilia da ragazza’ di ‘Questo è il mio paese’ “è stata un’esperienza bellissima”. Il suo sogno è rivivere le stesse emozioni e proseguire questa carriera “preferibilmente dopo avere concluso gli studi” precisa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Carabinieri setacciano l'area "internazionale" del Santuario di San Pio: scattano arresti e denunce

  • Sequestrati a Curci beni per 16 milioni, che il commercialista "che ha manifestato concreta pericolosità sociale" stava occultando

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

Torna su
FoggiaToday è in caricamento