'Questo è il mio paese' su Rai 1: il Gargano protagonista con Violante Placido

A partire da questa sera, la fiction prodotta da "Cross Production" e girata prevalentemente a Vico del Gargano, sarà trasmessa sulla rete ammiraglia della Rai. Protagonisti Violante Placido e lo sperone di Puglia

Le riprese

C’è attesa e curiosità per la messa in onda – a partire da questa sera, sulla rete ammiraglia della Rai – della fiction “Questo è il mio paese”, girato in gran parte a Vico del Gargano, nel Foggiano, ma anche a Vieste e Manfredonia. Lo sperone di Puglia sarà in bella mostra, per 6 puntate, nella fiction diretta da Michele Soavi, scenario della vicenda interpretata da Violante Placido, Francesco Montanari, Fausto Maria Sciarappa e Michele Placido.

Protagonista della storia è Anna (interpretata da Violante Placido) che è una ricercatrice di economia. Vive a Roma, ha un marito affettuoso e tre figli che le assomigliano, ma che costantemente sfidano la sua autorità. La sua vita cambia quando decide di seguire il marito e ritornare nella piccola città nel sud Italia dove lui ha trovato un nuovo lavoro e dove Anna ha vissuto la sua adolescenza.

Anna lo segue ma dopo qualche tempo decide di lasciarlo per sempre e senza rimpianti. Anna si rimette in gioco e, dopo una serie di eventi, decide di candidarsi a sindaco del paese e viene eletta. In pochi mesi rivoluzionerà la vita del piccolo paese, in termini di legalità, trasparenza e un inaspettato rilancio dell’economia. Tutto questo affrontando a testa alta difficoltà, minacce di morte e false accuse.

La genesi di 'Questo è il mio paese', però, non è stata tutta rose e fiori. Dopo che la Cross Production, società romana di produzione audiovisiva, scelse il piccolo centro foggiano e lo storico ìPalazzo della Bella' quale teatro della miniserie tv, ci fu un lungo silenzio da parte delle istituzioni che rischiò di far saltare tutto il progetto. Con buona pace del ritorno, economico e di visibilità, per tutto il Gargano.

Il caso fu denunciato proprio da FoggiaToday: le istituzioni, interpellate da mesi, non diedero alcuna risposta. Nonostante i sopralluoghi positivi, nessuna autorizzazione venne rilasciata per girare le riprese. Il via libera giunse solo dal Comune il cui ufficio tecnico si disse favorevole all'iniziativa salvo una serie di prescrizioni da osservare data la vetustà del palazzo. Gli altri enti risposero positivamente, ma solo dopo essere stati lungamente sollecitati e pungolati.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

  • Terribile incidente in moto, muore 38enne foggiano. "Ciao bomber, ora fai gol anche in Paradiso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento