Eventi

Il 'Teatro Giordano' fa brand: "Realizziamo una visione strategica della cultura in città"

Il Comune di Foggia ha invitato il Conservatorio di Musica “Umberto Giordano”, l'Accademia delle Belle Arti e le scuole primarie e secondarie della città a collaborare

Una 'rete' per la Cultura: il Comune di Foggia invita le agenzie formative del territorio e segna in lista Medimex, Giordano in Jazz e “Il Teatro ha Classe” tra le prime iniziative. Il Comune di Foggia, infatti, nei giorni scorsi ha invitato il Conservatorio di Musica “Umberto Giordano”, l'Accademia delle Belle Arti e le scuole primarie e secondarie della città a collaborare alla realizzazione di una visione strategica della Cultura in città.

In una lettera a firma dell'assessore alla Cultura, Anna Paola Giuliani, e del dirigente comunale del settore Carlo Dicesare, si spiega che “Tale visione parte dal coinvolgimento di tutta la nostra comunità, dai principi di interazione, inclusione ed innovazione degli strumenti a disposizione dell'Amministrazione, messi in campo con l’obiettivo di realizzare una pianificazione che permetta la realizzazione di una serie di iniziative artistiche, musicali, letterarie, teatrali e creative, coordinate e finalizzate alla promozione del sistema culturale foggiano a livello regionale, nazionale ed internazionale.”

“Nell'ambito di tale visione, ogni nostra azione viene idealmente ricollegata al Teatro Umberto Giordano, il Tempio della cultura, che dal 1828, onora e identifica la cultura a Foggia, e che dal 2014 è finalmente tornato ad assurgere a tale funzione”. Nello specifico, tale visione le prime azioni proposte riguardano la partecipazione comunale a Medimex, in calendario dal 29 al 31 ottobre. a Bari, alla Fiera del Levante, dove il Comune sarà presente con uno spazio espositivo nello Stand nr. 72, finalizzata a promuovere le iniziative del Teatro Giordano.

Ancora, il “Teatro Ha Classe”, l’iniziativa comunale che prevede la possibilità di “consegnare” il Teatro Giordano per 7 giorni alle Scuole candidate. I ragazzi avranno così la possibilità di vivere il Teatro Giordano, condividendo le loro esperienze con strumenti e linguaggi a loro più vicini. Con il “Teatro Ha Classe”, ogni scuola avrà da oggi la possibilità di invadere il Teatro “Giordano” per una settimana per visite guidate, , accedere alle prove degli spettacoli e acquistare biglietti scontati per assistere alle rappresentazioni.

A queste attività, se ne aggiungono due realizzate in sinergia con le scuole ed il Conservatorio di Foggia, programmate nel corso del Giordano in Jazz, il format culturale del Comune di Foggia in calendario dal 11 novembre al 25 dicembre, il cui programma di 11 concerti jazz ed incontri culturali sul jazz verrà diffuso nel corso della partecipazione comunale a Medimex. Si tratta di “Io, dirigo”, laboratori dedicate alle Scuole e gestite in collaborazione con i Maestri del Conservatorio di Foggia.

Con “Io, dirigo” le Scuole candidate a prendere parte al “Teatro Ha Classe” avranno la possibilità di realizzare un’ulteriore iniziativa per rafforzare il legame con l’Assessorato alla Cultura e contribuire a formare i ragazzi, accrescendo il loro senso di appartenenza ai luoghi della cultura a Foggia, a partire dal Teatro Giordano. “YO, Giordano: Young People sound good”, che si articolerà in 2 azioni: la prima prevede la predisposizione di storie a fumetti dedicati a: Teatro Giordano, storia del Teatro Giordano, vita e opere di Umberto Giordano, genere musicale “jazz”.

La seconda vedrà la realizzazione di laboratori dedicati all’educazione dei ragazzi all’ascolto della musica jazz. Tutte le informazioni sono disponibili sul portale del Teatro Umberto Giordano, all’indirizzo www.teatrogiordano.it. Hanno, finora, aderito con entusiasmo alle proposte del Comune di Foggia il Conservatorio, l’Accademia di Belle Arti e sei istituti della città. Il Comune sta quindi coordinando il calendario di queste 3 settimane dedicate alle scuole, che verrà presto comunicato alla città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 'Teatro Giordano' fa brand: "Realizziamo una visione strategica della cultura in città"

FoggiaToday è in caricamento