Gubbio premia il progetto garganico "Zero cani in canile": "Buona pratica di lotta al randagismo per l'Italia"

Il progetto ideato da Francesca Toto, da Vieste, premiato nell'ambito del 1° Premio Gubbio Dog Friend, riservato a persone  o gruppi che si sono distinti per la fattiva lotta per i diritti degli animali. La cerimonia il 23 febbraio

Immagine di repertorio

Il progetto "Zero cani in canile" premiato in Umbria, come "Buona pratica di lotta al randagismo per l'Italia", nell'ambito del 1° Premio Gubbio Dog Friend.

La cerimonia di premiazione, si svolgerà  il prossimo 23 febbraio, a Gubbio. Il premio è riservato a persone  o gruppi che si sono distinti per la fattiva lotta per i diritti degli animali. I premiati, oltre ai volontari della LNDC Vieste, sono l'attore Giorgio Panariello, il criminologo Marco Strano e Fabrizio Caira, unità cinofila dei Vigili del Fuoco impegnata nella ricerca persone durante la tragedia del ponte di Genova.

Il progetto presentato in Campidiglio lo scorso febbraio e definito dall'ANCI una buona pratica é  un piano di lotta al randagismo a costo zero per gli enti pubblici, che include prevenzione e controllo e che offre alternative ai canili, creando sviluppo al territorio  dove viene applicato. "Questo premio lo dedichiamo al buon volontariato italiano, alla task force del Comune di Vieste (amministratori, Polizia Municipale, Forze dell'Ordine, scuole) che con noi lavora fianco a fianco e alla città di Vieste per il grande salto di civiltà che ha fatto nel rispetto degli animali", afferma Nicoletta Pagano, presidente della LNDC  Animal Protection Vieste sez. Orta Nova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo premio" aggiunge Francesca Toto, l'ideatrice del progetto, "è un punto di partenza perché il lavoro da fare in Italia è tanto soprattutto vista l'illegalità  che orbita nel settore randagismo, ormai dichiaratamente uno dei grandi business del momento spesso in mano alla zoomafia". Il premio sarà  consegnato il prossimo 23 febbraio presso la Sala Trecentesca del Comune di Gubbio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Giornata drammatica, bollettino choc per la provincia di Foggia: nove morti e 52 casi positivi

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Tragedia ad Alberona, c'è una vittima: estratto dalle macerie il corpo di una donna: nel crollo 6 persone tratte in salvo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento