Eventi

Genio Guastatori: croce di bronzo al merito al Capitano Vincenzo Priore

Impegnato in una missione in territorio afghano, il comandante di unità di ricognizione del genio, fu investito dall'esplosione di un ordigno improvvisato, ma ha reagito all'attacco e ha assolto il compito a lui assegnato

Celebrata la Festa del Genio all’11° Reggimento Guastatori di Foggia. Questa mattina, presso la caserma 'Sernia' di Foggia, si è svolta una breve ma sentita celebrazione in occasione della Festa dell'Arma del Genio. Ricorre, infatti, il 24 giugno l'anniversario di fatti d'arme della Battaglia del Piave combattuta nel 1918, nella quale i genieri si distinsero nell’offensiva contro l’esercito Austro-Ungarico.

La cerimonia, presenziata dal prefetto Maria Tirone, a cui hanno partecipato autorità civili e militari, ha visto l'11° Reggimento Genio schierarsi in armi e, dopo aver reso gli onori ai caduti con la deposizione di una corona, suggellare l'evento con una cerimonia militare. Durante la commemorazione, il comandante della Brigata  Pinerolo, Gen. B. Stefano Del Col ha consegnato la croce di bronzo al merito dell'Esercito al Capitano Vincenzo Priore, effettivo all'11° Reggimento Genio, per essersi particolarmente distinto in operazione in territorio afghano.

Il capitano Priore, comandante di unità di ricognizione del genio, durante l'attività di bonifica di un itinerario fu investito, a bordo del proprio veicolo, dall'esplosione di un ordigno improvvisato, benché contuso a causa della detonazione, reagiva prontamente all'attacco e, successivamente, organizzati i soccorsi, assolveva il compito a lui assegnato. La cerimonia si è conclusa con la celebrazione della santa messa celebrata dal cappellano militare.

Agli ospiti è stata data la possibilità di apprezzare le capacità messe in campo in abito operativo militare e civile dai Guastatori di Foggia attraverso una mostra statica dei principali mezzi e attrezzature del Reggimento. Il comandante dell'11° reggimento, colonnello Sergio Marrone ha ricordato l'intensa opera del reggimento che nel corso dell'anno ha visto i genieri operare sul territorio nazionale in attività di pubblica utilità come gli interventi dopo i violenti nubifragi sul Gargano e le abbondanti nevicate nella provincia foggiana oltre che, naturalmente, in scenari internazionali, come nell'ambito della missione Leonte XVII in Libano, missione a guida della Brigata Pinerolo nel periodo ottobre 2014 aprile 2015.

Il Comandante del Reggimento ha altresì citato l'opera dei nuclei di artificieri dell'11° reggimento, impegnati quotidianamente sul territorio italiano in una vasta area che comprende l’Abruzzo, la Calabria e la Puglia per la bonifica di ordigni esplosivi per lo più risalenti all’ultimo conflitto mondiale. I reggimenti del Genio, per le caratteristiche tecniche dei mezzi in dotazione e le capacità professionali del proprio personale, operano principalmente a supporto tecnico delle altre specialità dell'Esercito in compiti di supporto allo schieramento e supporto alla mobilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genio Guastatori: croce di bronzo al merito al Capitano Vincenzo Priore

FoggiaToday è in caricamento