Poesie invadono il centro storico di Vico, “sulle pietre che piangono perché tradite”

Fogli di carta con i versi delle poesie di autori famosi e dialettali affissi sui muri del centro storico di Vico del Gargano. E’ l’iniziativa targata Collettivo 088.

Una delle poesie affisse

Poesie riempiono il centro storico di Vico del Gargano. Sulle pareti di uno dei borghi più caratteristici del Gargano, sono comparsi – rigorosamente su fogli di carta – i versi di Pablo Neruda, Alda Merini, Pierpaolo Pasolini, Eugenio Montale e anche quelli dialettali di Nicola Angelicchio e Franco Arminio.

L’iniziativa, che intende difendere, salvaguardare e promuovere i centri storici, è targata Collettivo 088: "Non sono semplici pietre, da poter spostare, distruggere o abbandonare a proprio piacimento, senza una remora. Sono pietre che raccontano storie e tracciano strade da percorre nella direzione "Futuro". Queste pietre sono la carta d'identità di chi li abita. Non sono mute presenze ma il chiasso dei bambini e il vociare delle vecchiette . Sono più vive di certe persone, tipo quelle con la fissa dell'anticorodal o dei marmi o dei colori sgargianti. Sono pietre vecchie ma pulite nonostante l'immondizia onnipresente. Queste pietre non ci hanno mai abbandonato diversamente da come abbiamo fatto noi.”

Sottolineano i promotori: “Pietre che piangono perché tradite, dedicargli delle poesie - che parlano della bellezza dei borghi e versi dialettali per rimarcare la forza delle radici - è stato un gesto consolatorio”.

Il Collettivo 088 prosegue: “Non abbiamo ricette, ma vogliamo creare consapevolezza. L'arte e la cultura possono essere volani per il recupero di uno dei borghi più belli d'Italia che non gode di buona salute”

Poi l’appello ai visitatori: “Invitiamo tutti a percorre i vicoli del centro storico di Vico del Gargano per rintracciare queste poesie ma soprattutto ad imitarci. Prendete una poesia che adorate e dedicatela ad un angolo, una piazza, una porta del centro storico, di Vico ma anche di altri paesi. Ne hanno bisogno."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento