Eventi

Foggia, un parco agricolo multifunzionale per un nuovo patto ‘città-campagna’

Martedì 11 giugno un forum sul progetto-pilota di riqualificazione ambientale per un nuovo “Patto città-campagna” organizzato da Regione Puglia e da LUP “Cittàditutti”

Un parco agricolo multifunzionale a Foggia. Presto diventerà realtà. Martedì 11 giugno si terrà il forum di cittadini ed esperti suddiviso in due momenti: un sopralluogo sul terreno ed un convegno alla Sala Rosa del Palazzetto dell’Arte al quale prenderanno parte diversi esponenti di altre realtà regionali in cui i Parchi Agricoli multifunzionali sono già una realtà.

Il Piano Territoriale Paesaggistico Regionale propone il patto città-campagna, un “patto di coprogettazione” fra piano territoriale e Piano di Sviluppo Rurale, con l’obiettivo di restituire qualità ambientale e paesaggistica sia al territorio urbano che a quello rurale, superando i processi degenerativi in corso.

Per la provincia di Foggia il piano regionale propone un progetto pilota di riqualificazione ambientale, che prevede l’istituzione del corridoio ecologico del fiume Cervaro, finanziato dai fondi europei e  la creazione di un parco agricolo multifunzionale lungo il corridoio ecologico e nella zona periurbana della città. Il forum è organizzato dall’Assessorato al  Turismo, Marketing territoriale, Politiche agricole e Politiche comunitarie del Comune, insieme con il Laboratorio di Urbanistica partecipata LUP Cittàditutti Foggia.

In programma, alle 11, un sopralluogo delle aree individuate con le associazioni, i cittadini e gli ospiti, fra i quali il dott. Gianfranco Ciola, direttore del parco delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo ed alcuni membri del Laboratorio Urbano Aperto del parco agricolo di Torre dei Paduli in provincia di Lecce.

Nel pomeriggio, a partire dalle 17,  lo scambio di esperienze ed il confronto-dibattito nella Sala Rosa di via Galliani, che forniranno sicuramente uno stimolo per coinvolgere le realtà locali interessate all’istituzione del Parco Agricolo multifunzionale nell’agro foggiano. Le conclusioni del forum, coordinato dall’arch. Chiarastella Fatigato, portavoce Lup Cittàditutti Foggia. saranno affidate all’ing. Francesca Pace, dirigente Assetto del Territorio-Regione Puglia.

Il Parco agricolo multifunzionale non è  inteso soltanto come zona protetta, zona di divieti, di "recinzione" della naturalità, ma come zona-laboratorio di nuove relazioni produttive, ambientali e fruitive fra città e mondo rurale.  Oltre a rappresentare un superamento del mero “vincolo” ambientale come difesa dei terreni aperti, il parco agricolo propone quindi l’obiettivo strutturale di recuperare il valore e il senso del territorio rurale, la capacità di resistenza al consumo del territorio e di costruzione attiva del paesaggio attraverso un processo costruttivo, non difensivo.

Questa nuova  dimensione  di intervento sui contesti rurali può ricostituire una economia dell’“itineranza” che colleghi alla fruizione dello spazio aperto anche la possibilità di un contatto diretto con la presenza agricola attraverso più azioni progettuali, quali la didattica ambientale e naturalistica, il  welfare urbano (attività socio sanitarie, orti sociali e hobby farming) e l’acquisto diretto di prodotti agricoli alimentari. Si tratta di azioni già in parte avviate  dall’amministrazione, dalle cooperative e dai privati, che necessitano di essere messe a sistema, in una visione complessiva del territorio.      

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia, un parco agricolo multifunzionale per un nuovo patto ‘città-campagna’

FoggiaToday è in caricamento