Eventi Rignano Garganico

In attesa dei re Magi il presepe vivente di Rignano Garganico fa registrare il tutto esaurito

Il prossimo e ultimo appuntamento è per l’Epifania. Oltre alla mostra dei presepi sarà possibile visitare il Museo archeologico di Grotta Paglicci, curato dal Centro Studi Paglicci

Bagno di folla nel paese più piccolo del Gargano, in occasione della XVIII edizione del Presepe Vivente. Un doppio appuntamento, quello del 26 e 27 dicembre, che ha fatto registrare il tutto esaurito, complice anche le condizioni meteorologiche decisamente atipiche per il periodo e il ponte festivo.

I visitatori provenienti da tutta la regione si sono riversati nelle stradine del Borgo antico per prendere parte a quella che è la rappresentazione della natività più famosa del Gargano, fatta di tante botteghe ricreate ad arte con oggetti di inizio ‘900,  in cui il visitatore si sente parte integrante delle scene. Soddisfatti dunque gli organizzatori che vedono così ripagati gli sforzi fatti per poter realizzare un percorso  che metta insieme  storia, arte, cultura, gastronomia e tradizione.

Continua l’attenzione dei media sulla manifestazione tanto da essere inserita, insieme al santuario di San Matteo a San Marco in Lamis, agli ipogei Capparelli e il faro di Manfredonia, l’abbazia di Pulsano ed infine l’apertura delle Porte Sante delle Basiliche di Monte Sant’Angelo e San Giovanni Rotondo, nella trasmissione di Telenorba, “Arrivano i Nostri”, andata in onda il giorno di Santo Stefano e in replica, su TGNorba24, venerdì 1 gennaio alle 18.15 circa e domenica 3 gennaio alle 10.30.

L’Associazione ringrazia tutti i volontari, le associazioni di protezione civile e assistenza sanitaria, le forze dell’ordine, le comparse e gli Enti sostenitori che hanno permesso la riuscita della manifestazione e vi invita a visitare la pagina Facebook  ‘Presepe Vivente Rignano Garganico’. Il prossimo e ultimo appuntamento è per il giorno dell’Epifania con l’arrivo dei re Magi. Oltre alla mostra dei presepi sarà possibile visitare il Museo archeologico di Grotta Paglicci, curato dal Centro Studi Paglicci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In attesa dei re Magi il presepe vivente di Rignano Garganico fa registrare il tutto esaurito

FoggiaToday è in caricamento