menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Carapelle, un 'Natale d'amore' con i 60 bambini dell'Istituto Comprensivo

Entusiasti il dirigente scolastico Umberto Ranauro, e il sindaco di Carapelle Umberto Di Michele che hanno voluto ringraziare gli insegnanti e i genitori per la preparazione dell'evento, ma soprattutto i 60 bambini coinvolti

Come ogni anno, l'Istituto Comprensivo di Carapelle si è impegnato, prima della pausa delle vacanze dicembrine, a celebrare le festività natalizie con eventi e rappresentazioni che vedono protagonisti i bambini e coinvolgono anche le loro famiglie.

Al centro delle manifestazioni di quest'anno, lo spettacolo “Natale D’Amore” organizzato con le classi seconde della Scuola primaria grazie al coordinamento delle insegnanti Anna Carla Lucia Tancredi, Maria Grazia De Finis, Maria Rosaria Aghilar, Rita Tarateta, Anna Domiziano.

Con la collaborazione dei genitori, è stato allestito nei locali della scuola una originale scenografia a tema natalizio. Bellissimi costumi ispirati alla tradizione gospel e una serie di canti tra quelli più tipici che caratterizzano questo periodo e altri più adatti all'età che hanno coinvolto i bambini nella formulazione di importanti messaggi di pace e fratellanza universali.

Il pubblico ha potuto cogliere tutta la passione per gli obiettivi più nobili dell'insegnamento, nei testi delle canzoni, attraverso le quali i bambini si impegnavano ad essere più buoni e invitavano gli adulti a costruire un mondo più a misura delle giovani generazioni. Obiettivi importanti che rendono preziose anche le attività più divertenti e giocose, come appunto i cori e le rappresentazioni natalizie. Un impegno per valori umani che ancora vengono negati in tante parti del mondo, soprattutto ai bambini.

Entusiasti il dirigente scolastico dell'Istituto, prof. Umberto Ranauro, e il sindaco di Carapelle Umberto Di Michele che hanno voluto ringraziare gli insegnanti e i genitori per l'ottimo lavoro svolto nella preparazione dell'evento, ma soprattutto i circa 60 bambini che hanno dimostrato bravura nelle esibizioni, e soprattutto comprensione e partecipazione riguardo ai temi trattati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento