Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Natale Cassano, da Bari a Foggia per 'Inseguire un fantasma': "L'obiettivo è che tutti si rivedano un po' in questa storia"

29 anni, giornalista professionista di BariToday e La Repubblica, ieri sera alla Ubik di Foggia Natale Cassano ha presentato "Inseguire un fantasma", romanzo che abbraccia vari generi, dal noir al trhiller a quello psicologico, ambientato in due epoche diverse, quella degli inizi del Duemila e del secondo dopoguerra a cavallo tra la fine degli anni cinquanta e l'inizio dei Sessanta

 

Giovanni Corsetti, il cinico e misogino pubblicitario protagonista del secondo lavoro del giornalista e scrittore barese dopo "La storia che non ti ho raccontato", è alla ricerca della verità di una famiglia e di una storia solo apparentemente sepolta.

Per partecipare ai funerali del padre, Giovanni torna a Bari, la città dove è cresciuto, e scopre che il parente gli ha lasciato in eredità una ricca collezione di quadri. Grazie a quell’eredità Giovanni e la sorella gemella Clara scopriranno una nuova verità riguardo alla loro madre tedesca, Linda, di cui non avevano più avuto notizie in seguito al suo ritorno in Germania per disintossicarsi dalla dipendenza di eroina. Una storia che si rivela falsa, visto che la sua fuga è invece legato a quelle tele. Per scoprire la verità sul suo passato e su quell’eredità Giovanni viaggerà per l’Europa insieme alla sorella gemella Clara, da Milano a Londra. E ad attenderlo alla fine del viaggio ci sarà una sorpresa che mai avrebbe immaginato di trovare. Una girandola di colpi di scena per un romanzo noir dal ritmo serrato, capace di rivelare nuove verità ad ogni pagina. Una storia sviluppata tra due epoche molto diverse, che abbraccia la storia del Gruppo Gehlen, un gruppo di controspionaggio nato durante la Seconda Guerra Mondiale su impulso del disertore tedesco Reinhard Gehlen. Il generale a capo dell'intelligence militare tedesca che operava sul fronte russo, scelse infatti di allearsi con gli americani ed effettuare operazioni di spionaggio antisovietico nel bel mezzo della Guerra Fredda. Un commando di sovversivi, che vide tra le sue fila anche diversi ex partigiani italiani; un importante tassello di quel passato che Giovanni sta ostinatamente cercando di portare alla luce e che lo porterà a mettere in pericolo la vita di tutte le persone a cui vuole bene.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento