Eventi

Musica nella Corti di Capitanata, si conclude "una edizione emotivamente forte e difficile". A Simone Niro il premio di miglior talento

Successo per l’edizione del ritorno. Assegnati il Premio Corti di Capitanata e la borsa di studio intitolata a Giuseppe Graniero

Si è conclusa venerdì 23 luglio “Musica nelle Corti di Capitanata”, la rassegna concertistica che mette insieme studenti e docenti del Conservatorio di Musica “Umberto Giordano” e che quest’anno ha festeggiato 25 anni di attività.

Sedici i concerti in cartellone che hanno spaziato dal recital solistico all’orchestra sinfonica passando per le formazioni cameristiche passando per gli appuntamenti de “Il solista e l’Orchestra” che hanno visto esibirsi come solisti in due diversi appuntamenti sette studenti del Conservatorio selezionati durante le udizioni dei mesi scorsi fra la sede foggiana e la sezione staccata di Rodi Garganico.

Gran finale con il Galà lirico sinfonico che ha portato in scena 8 cantanti lirici selezionati fra gli studenti tramite un’audizione tenutasi la scorsa primavera, e 7 allievi del corso di direzione d’orchestra del Maestro Daniele Belardinelli che hanno diretto l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio. La scelta dei brani è ricaduta su Wolfgang Amadeus Mozart (‘Don Giovanni’, ‘Le nozze di Figaro’, ‘Così fan tutte’), Giuseppe Verdi (‘Un ballo in maschera’, ‘Attila’) Vincenzo Bellini (‘La sonnambula’), Gioachino Rossini (‘Italiana in Algeri’) e Joseph Haydn (‘La canterina’) per ricreare un viaggio ideale “dal buio alla luce, dal dramma al gioco, dal pianto al riso guidati sempre dalla speranza e alla ricerca di un senso che ci accomuni in questo grande mistero che è la nostra vita”.

“Una edizione emotivamente forte e difficile – ha evidenziato il Direttore del Conservatorio Francesco Montaruli – non solo per l’importante compleanno (un quarto di secolo è un traguardo ragguardevole), ma soprattutto perché questa è stata l’edizione del ritorno della musica dopo un anno di silenzi. Un anno che però non ha fermato del tutto il Conservatorio, come dimostra l’alto livello degli allievi che si sono esibiti durante la rassegna”.

Allievi che sono stati premiati. Al pianista Simone Niro è andato il Premio Corti di Capitanata (giunto alla terza edizione), riconoscimento assegnato al miglior talento esibitosi nei concerti dedicati a ‘Il Solista e l’Orchestra’ con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio e con l’Orchestra Sinfonica Young e che consiste in una collaborazione in qualità di solista nella stagione concertistica del 2022 degli ‘Amici della Musica’ di Foggia con l’Orchestra Filarmonica Pugliese.

simone niro-2

Alla giovanissima pianista Gabriella Russo è andata, invece, la borsa di studio intitolata a Giuseppe Graniero.Una edizione – si diceva – che ha visto il ritorno della musica fra la gente. Un numero limitato di persone, infatti, ha potuto assistere dal vivo l’intera rassegna nel Chiostro di Santa Chiara prenotando il posto sulla piattaforma Eventbrite. Chi non è riuscito ad assicurarsi il posto, ha potuto seguire i concerti il streaming sulla piattaforma LiveGo grazie all’ausilio tecnico della Warning Film. L’appuntamento è per il 2022.

gabriella russo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musica nella Corti di Capitanata, si conclude "una edizione emotivamente forte e difficile". A Simone Niro il premio di miglior talento

FoggiaToday è in caricamento