"Mille di queste notti” per salutare l’estate tra scrittura, land art e sapori del Gargano

Domenica 9 settembre il suggestivo parco letterario Il Sentiero dell’Anima, nel bosco tra San Marco in Lamis e San Nicandro Garganico, ospiterà la chiusura di Mille di queste notti, la manifestazione che quest’estate ha stregato il Gargano con lo spettacolare “anfiteatro del grano” alle porte di Foggia e col teatro tra le “antiche mura” della Città di Manfredonia.

La compagnia teatrale Bottega degli Apocrifi e l’hub rurale Vazapp, in collaborazione con l’Associazione Il Sentiero dell’Anima, hanno immaginato una giornata insieme per salutare l’estate tra scrittura, land art, escursione e sapori del Gargano. “Mille di queste notti” è inserita nel progetto “Teatro del Gargano”, sostenuta dalla Regione Puglia tramite l’Avviso a presentare istanze per lo spettacolo dal vivo e le Residenze Artistiche.

Il programma prevede alle 09.30 "IRONIA DELLA SORTE", un laboratorio di scrittura ironica, per passeggiare sul confine tra il riso e il pianto, condotto dalla drammaturga Stefania Marrone. Alle 13.30 "PIC NIC NEL BOSCO", pranzo al sacco a cura dei partecipanti e alle 15.00 "PAESAGGI DELL’ANIMO", una escursione-visita, passeggiata collettiva nel parco artistico ambientale Il Sentiero dell’Anima a cura della omonima associazione culturale. Alle 16.30 è tempo di "INCANTAPASSERI", un laboratorio di land art ovvero costruzione degli “Incanta Passeri” di paglia e consegna dei propri pensieri più segreti al bosco a cura dell’Associazione Il Sentiero dell’Anima. Alle 19.00 "MERENDA NEL BOSCO" con degustazione di prodotti tipici al tramonto. Alla giornata è possibile partecipare con i bambini, per i quali al mattino, durante il laboratorio di scrittura ironica, verrà attivato un laboratorio di gioco e poesia.

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • 'Omaggio a Fellini': alla Biblioteca la mostra dedicata al grande Maestro

    • dal 19 febbraio al 19 marzo 2021
    • Biblioteca Provinciale La Magna Capitana
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento