Canta, suona e la domenica prepara le braciole: il segreto dei 105 anni di nonna Michelina

Michelina Ciavarella è nata nel 1910 a San Marco in Lamis. A 61 anni si è trasferita a Foggia dove vive tuttora. Ha festeggiato gli anni alla San Guglielmo e Pellegrino

Nonna Michelina Ciavarella (Foto di Roberto D'Agostino)

Non capita e non capiterà a tutti di raggiungere un traguardo anagrafico come quello di nonna Michelina Ciavarella, sammarchese trapiantata a Foggia ormai da 44 anni. Nata nel 1910, due guerre mondiali alle spalle – nella seconda ha perso il marito - sul viso della più che centenaria bisnonna i segni del passato, ma non troppo.

Negli anni ha conservato il dialetto sammarchese e cantando cantando, scherzando scherzando, tra un tamburello e una nacchera, nella parrocchia San Guglielmo e Pellegrino ha festeggiato ben 105 primavere con i suoi familiari, tra cui anche tanti pronipoti. Non ci sono segreti particolari per la sua longevità, ma il rito sacrosanto delle braciole alla domenica, sicuramente hanno aiutato a raggiungere e superare di ben altri cinque anni, il secolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento