Eventi

Mangano conquista la ‘Grande Mela’ a ritmo di folk, pizzica e tarantelle

Grande successo per ‘Gargano & Salento’ in musica e danza, che a New York è valso al maestro foggiano il premio ufficiale di ‘Ambasciatore della Cultura Popolare Pugliese nel Mondo’

Non si è ancora spento l'eco del successo del maestro Michele Màngano e della sua ‘Bella Cumpagnie-Danzanova Folk, che nella Grande Mela hanno esportato il made in Puglia con il progetto ‘Gargano & Salento’ in musica e danza. Màngano vi è ritornato dopo cinque anni dall’ultimo progetto ‘Lezioni di tarantella’ nelle comunità di emigranti pugliesi residenti nell’area di New York e precisamente nella Federazione Molamerica, ove, considerati i risultati sorprendenti ottenuti, l’artista ha avuto l’idea di creare una vera e propria scuola di danze popolari .

Con più di trentacinque anni di esperienza al suo attivo, l’artista foggiano è entrato a far parte di quella ristretta cerchia di studiosi della cultura popolare, tanto da riuscire a far rivivere agli italo-americani emozioni sopite ma mai dimenticate. A suggellare questa unione tra gli emigranti e la compagnia di Mangano, nel corso della serata finale sono stati attribuiti al poeta garganico Joseph Tusiani di San Marco in Lamis e residente a New York e a Michele Màngano, il premio ufficiale di ‘Ambasciatore della Cultura Popolare Pugliese nel Mondo’. E’ stato un vero trionfo.

Queste le parole del maestro: “Un concerto a New York è magicamente una vetrina importante per tutti gli artisti. Ho messo in evidenza le due bellezze della Puglia e dell’Italia, il cibo e la musica” Il dott. Borrelli di America Oggi ha affermato: “Mangano è un degno ambasciatore della Puglia perché riesce a comunicare la storia, le origini e non fa altro che parlare della sua terra, a differenza di artisti di fama internazionale che arrivano dalla Puglia fanno lo spettacolo e vanno via senza sprecarsi troppo in parole. Gli emigranti hanno il bisogno di assaporare il profumo della propria terra e Màngano riesce molto bene a trasmetterlo”.

Tra le soddisfazioni, anche quella di aver incontrato i ragazzi de ‘Il Volo’ ed essere stato avvicinato durante  la serata  dal responsabile di un’agenzia di spettacolo americana che gli ha proposto di fare con la sua compagnia una serie di spettacoli per aprire i concerti dei grandi nomi della musica italiana, che ormai da anni lavorano negli Stati Uniti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangano conquista la ‘Grande Mela’ a ritmo di folk, pizzica e tarantelle

FoggiaToday è in caricamento