Martedì, 26 Ottobre 2021
Eventi

Cinema della Puglia, menzione speciale ad Andrea Simonetti per “Alle corde”

E' il primo riconoscimento della XIII edizione del Festival del Cinema Indipendente, assegnato lo scorso sabato dalla direzione artistica della kermesse foggiana al giovane regista tarantino

“Per la capacità, espressa esemplarmente nel cortometraggio, di raccontare una Puglia difficile, non patinata, ma lo stesso profondamente bella. Per aver rappresentato, con rara efficacia e suggestione, una Puglia alle corde, ma che non s’arrende”. Con questa motivazione - sabato sera, alla Sala Farina di Foggia, nel corso delle anteprime “Cinema di Puglia” - è stato assegnato il primo riconoscimento della XIII edizione del Festival del Cinema Indipendente.

Si tratta di una menzione speciale che la Direzione Artistica ha voluto conferire ad Andrea Simonetti, giovane attore e regista tarantino, per il suo cortometraggio “Alle corde”, che racconta la storia di Cosimo, pugile talentuoso in procinto di fare grande salto nella categoria dei professionisti. Sullo sfondo, l’Ilva di Taranto, dove Cosimo lavora, per mantenere se stesso e il padre, indebitatosi con il vizio del gioco.

In attesa del Festival, che si svolgerà dal 29 marzo al 5 aprile, con dodici film in concorso, 27 cortometraggi, 15 cortissimi e numerosi eventi speciali, la manifestazione ha scaldato i motori con le proiezioni delle Anteprime, dedicate ai lavori girati in Puglia o realizzati da autori nati o residenti in Puglia. Nella sezione non competitiva sono stati in tutto quindici i lavori, fra fiction e documentari, che hanno animato le giornate del 22 e del 23 marzo.

In occasione dei dibattiti con gli autori in sala, è stato più volte ribadito dal Direttore Artistico Geppe Inserra il ruolo di collante e di promozione che può svolgere il neonato Cineporto di Foggia, soprattutto per quanto riguarda l’ottimizzazione dei lavori, con l’approfondimento di accorgimenti tecnici nelle varie fasi di ideazione e produzione di un lavoro cinematografico.

Nel corso della due-giorni di Anteprime, inoltre, si è tornato a parlare di solidarietà e di temi sociali, con un’attenzione particolare al territorio. Con la partecipazione degli ospiti della RSSA, residenza socio-sanitaria assistenziale di Foggia “Il Sorriso", che sono intervenuti alle proiezioni di sabato mattina, infatti, si è dato il via al progetto “Adotta un film”, lanciato dal Festival, quest’anno, per coinvolgere attivamente il mondo dell’associazionismo. In particolare, le diverse realtà del non-profit locale possono promuovere uno dei film del Festival, in base alle tematiche affrontate, vicine alle attività e alla mission dell’associazione.

Grande attenzione, come sempre, è stata riservata al disagio mentale, con la presentazione di “Grandemente”, cortometraggio realizzato dai ragazzi del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Bari, che sono intervenuti numerosi alla proiezione di sabato mattina. Si tratta di un lavoro prodotto nell’ambito della V edizione di “La Mente al Cinema” (Mind on Screen)”, il Festival, diretto da Luigi Starace, dedicato alle sfumature della psiche nel cinema. Il Festival è a cura dell’associazione di promozione sociale Stigmamente e dell’Unione circolo UICC (Unione Italiana Circoli del Cinema).

Prosegue, dunque, la  sinergia con la Cattedra di Psichiatria e Psicologia Clinica della Università degli Studi di Foggia. “La Mente al Cinema”, partita nel 2006 come sezione del Festival del Cinema Indipendente, infatti, ha dato vita nel tempo a un Festival autonomo, articolato in due fasi: una fase più cinematografica, conclusasi con la premiazione del documentario “Il canto delle sirene” di Donato Robustella e dei cortometraggi “Sotto il cellophane” di Marisa Vallone e “Nato scemo” di Guido di Paolo; un’altra fase, sotto forma di concorso aperto alle scuole pugliesi, con il patrocinio dell'Agenzia Regionale Sanitaria Puglia.

Il concorso, dal titolo “Lo Stigma mente e tu?”, ha finalità preventive sullo stigma sociale. La campagna di prevenzione ha usato il cinema e la letteratura come linguaggi per promuovere le abilità relazionali degli studenti verso i portatori di una diversità. Fra i 35 lavori premiati, si sono classificati ai primi posti il cortometraggio “Grandemente” a cura della 3I del Liceo Scientifico “Fermi di Bari” e l'ebook “Poeta per un giorno” a cura della 4C dell'Istituto “Einaudi-Grieco” di Foggia. Durante l'Anteprima è stato proiettato il corto “Grandemente” e sono state lette alcune poesie tratte dall'ebook Poeta per un giorno a testimonianza del lavoro di sensibilizzazione svolto.

Molto interesse hanno suscitato anche i dibattiti con gli autori del territorio: Piero Cammuso, che ha diretto “Ginillè murt”, Tonio Sereno, direttore della compagnia teatrale ScenAperta; Michele Campanaro, sceneggiatore di “Il geniale Franceschino”; Peppe Totaro e Niki Dell’Anno, rispettivamente ideatore e regista di “Suonatori di tarantelle del Gargano”; Ferruccio Castronuovo e Michele Afferrante, che hanno diretto “Pizzicato. Il dolce sapore di una storia” e “La paposcia”.

Il Festival è promosso dalla Provincia di Foggia con il contributo dell’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia e dell’Unione Europea – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007-2013. La manifestazione è organizzata in collaborazione con Promodaunia, Apulia Film Commission e Cineporto Foggia, Fondazione Banca del Monte, Fondazione Apulia Felix e ÉCU – The European Independent Film Festival. Tutti gli aggiornamenti sul sito del Festival: www.festivaldelcinemaindipendente.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema della Puglia, menzione speciale ad Andrea Simonetti per “Alle corde”

FoggiaToday è in caricamento