Mediterranean Essential Quartet: da Salerno, etno-jazz in chiave inedita

Dopo essere stati in Russia, in Irlanda, sui Balcani, adesso tocca al nostro amato Mediterraneo: penultimo appuntamento con la rassegna Zapoj World One Way, giro del mondo tra sound e offerta birraria artigianale partito lo scorso febbraio, nonché quarto concerto nel solo mese di marzo. Di scena, stavolta, Mediterranean Essential Quartet: un progetto nuovo composto da musicisti collaudatissimi, nato a Salerno e formato da sassofoni, basso, batteria e addirittura un vibrafono (lo strumento caro al grande Milt Jackson dei mitici Modern Jazz Quartet). Venerdì 29 marzo, ore 22.30, allo Zapoj di Foggia, in via Grecia 36, l’etnico caldo e avvolgente delle sonorità del sud dell'Europa incontra il jazz per dare vita a qualcosa di nuovo e fortemente contaminato: brani inediti, poche rivisitazioni e un sound trascinante. L’ingresso, come sempre, è libero. Durante la serata, lo staff del risto-pub proporrà una birra artigianale ispirata alle sonorità del live.

Tre salernitati (Daniele Brenca, basso e contrabbasso; Antonio Della Polla, vibrafono; Vladimiro Celenta, batteria), peraltro attivissimi sulla scena campana ormai da diversi anni, e un sassofonista garganico (Antonio Aucello), di recente impegnato con altre formazioni di cui è leader in una tournée all’estero, tra Singapore, Corea del Sud e Hong Kong. Un progetto musicale con al centro la proposta di nuove sonorità mediterranee, sostenute dal lavoro minuzioso del bassista e compositore della band, Daniele Brenca, che ha curato gli arrangiamenti dei brani. La matrice è jazz, ma le caratteristiche degli strumenti stessi (su tutti, il vibrafono), nonché le esperienze varie dei musicisti, danno vita ad un incrocio di suoni e melodie tutt’altro che scontato.

Un piccolo giro del mondo attraverso sette sonorità distinte, ciascuna abbinata ad una birra artigianale a seconda del territorio. È Zapoj World One Way: un viaggio di solo andata dal locale di via Grecia 36, in direzione di sound e sapori dal mondo, sintetizzando ciò che contraddistingue da anni il risto-pub foggiano: la musica live a ingresso libero, le birre artigianali italiane e straniere e una proposta gastronomica diversa dal solito modo di “fare pub”. Prossimo live: venerdì 19 aprile, ore 22.30, con il progetto Mephitis Ensemble: piccola raccolta di brani mortali – la presentazione dell’album.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Weekend al Mat: laboratori e visite per grandi e piccini nei fine settimana di marzo

    • fino a domani
    • dal 29 febbraio al 29 marzo 2020
    • MAT Museo dell’Alto Tavoliere
  • Lunatic@ agli archi

    • dal 20 febbraio al 16 aprile 2020
    • Agli Archi di Villa Maria
  • A Foggia l'antologica di Matteo Manduzio: 50 anni di attività artistica tra pittura e libri antichi

    • dal 7 al 28 marzo 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti
  • Anche a Foggia “Margherita per Airc“, un fiore per la ricerca

    • Gratis
    • dal 6 marzo al 25 aprile 2020
    • Garden Piccolo Giardino
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento