Esce 'Scripta Manent' il nuovo album del rapper sanseverese Sesto Carnera

La raccolta vede 19 tracce più una bonus track, realizzate presso l'associazione Polli di Pirro di Apricena, e presentate a I Sotterranei di San Severo, nel cartellone natalizio “Uscite di sicurezza”

Si intitola Scripta Manent il nuovo album dell' MC sanseverese Sesto Carnera. Espressione del movimento rap di Capitanata, la raccolta vede 19 tracce più una bonus track, realizzate presso l'associazione Polli di Pirro di Apricena, e presentate a I Sotterranei di San Severo, nel cartellone natalizio “USCITE DI SICUREZZA”.

Tra loops, sinth e scratches scorrono incisivi i versi che parlano di attualità, di società, di disagio giovanile, in una chiave esistenzialista che apre a profonde riflessioni, dove lo sguardo e la poesia del rapper trovano spazio e trascinano l'ascoltatore in un mondo di luci ed ombre, di rivendicazioni, rabbia e speranza.

Una produzione che raccoglie tante collaborazioni e insieme la passione che attraversa la comunità hip-hop dauna, una vera e propria “tribù musicale”, che come tale non rinuncia a scavare nelle proprie radici e in quelle dell'animo umano, sia con concessioni alla lingua madre, sia con brani come Volador, undicesima traccia dell'album, aperta dalle strofe “Gli antichi sciamani vedevano il predatore, lo chiamavano il Volador, quello che vola, perchè si muove a balzi nell'aria. Non è un bello spettacolo, è un'ombra nera, di un'oscurità impenetrabile...”.

A seguire l'intro strumentale del disco il brano che gli da titolo, dall' incipit “Assenza di tempo, silenzio dentro gli spazi, immagini ferme... , … cerco inchiostro, io getto inchiostro tra facce e manichini finché posso”.

Pensiero, filosofia, società e musica si incontrano nel ritmo incantato di Sesto Carnera, insieme al flusso di coscienza del freestyle e alla centralità dello scrivere, come in Grappling, quarta traccia del cd “Ahi la stretta sopra il collo, un soffio di fiato, la penna sopra al foglio, il cuore di lato. Tutto si riduce ad un soffio di fiato, e guarda la tua vita da dove tutto è iniziato”...

Vera e propria letteratura musicale quella dell'autore pugliese, che con coraggio sfida le mode che fanno della superficialità e dell'estetica un modello, per scivolare in sé, rivelando momenti di intensa introspezione, in cui il gesto poetico e narrativo si realizza pienamente, per essere riversato sul pubblico nell'intreccio sonoro, ritmico-verbale, tipico del genere.

Un autore da sostenere Sesto Carnera ed un album da ascoltare Scripta Manent, diponibile su Spotify e, con i video di alcuni singoli, su you tube.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale sulla Statale 16: violento impatto tra un'auto e un tir, c'è una vittima

  • Musica d'estate in Capitanata: tutti i concerti a Foggia e in provincia

  • Foggiana rifiutata, milanese "razzista e salviniana" ritratta: "Colpa della menopausa, disposta ad affittarle casa senza cauzione"

  • Neonato morto a Foggia, famiglia chiede 1,7 milioni ai Riuniti. Gli avvocati: "Cause non ascrivibili ai sanitari dell'ospedale"

  • Milanese nega affitto a ragazza foggiana: "Sono razzista e leghista". Salvini : "È una cretina"

  • Da "nonostante sia di Foggia" a 'Zoo pieno di terroni": aperto procedimento contro Feltri dopo l'esposto dei colleghi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento