Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Coronavirus non ferma il grande amore di Roberta e Ciro. A Foggia il 'si' e il bacio con le mascherine dei due militari dell'Aeronautica

Ciro e Roberta si sono uniti in matrimonio con il rito civile questa mattina a Foggia. I due militari dell'Aeronautica si sposeranno in chiesa a settembre. Videochiamata con i familiari di lui dalla Campania

 

L’amore durante il Coronavirus di certo non si ferma. Ne sono la prova Roberta e Ciro, i due novelli sposi che questa mattina hanno detto 'si' unendosi in matrimonio con il rito civile presso il Comune di Foggia.

Roberta e Ciro, trent’anni lei e ventotto lui, lei foggiana e lui di Sant’Anastasìa (Napoli), non ce l'hanno fatta ad aspettare.

Con l’impegno del consigliere comunale Dario Iacovangelo e il placet del sindaco Landella, sono riusciti ad ottenere il permesso di convolare a nozze con rito civile dopo quasi un anno di fidanzamento. I due, entrambi militari in Aeronautica, si sono conosciuti tre anni fa durante il corso d’addestramento. 

Purtroppo, alla cerimonia non erano presenti i genitori di Ciro perché impossibilitati a spostarsi dalla Campania per raggiungere Foggia. Per loro la 'consolazione' di assistere al rito in videochamata. Tutti i parenti, invece, hanno dovuto rinunciare momentaneamente ai festeggiamenti. Per quelli ci sarà tempo, dopo la celebrazione religiosa prevista a settembre.

Oggi i due neo sposi sono il simbolo della vita che riprende a scorrere, con tutte le precauzioni, verso la normalità.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento