Laura Boldrini premiata a Villa Faragola, Forza Nuova annuncia contestazioni

La Presidente della Camera dei deputati torna nella "Città dei Grifoni", questa volta in visita ufficiale, per i mosaici restaurati di Villa Faragola. Nell'occasione, le sarà consegnato il premio "Grifoni d'Oro"

La Boldrini torna ad Ascoli, e questa volta lo fa in veste ufficiale. A distanza di 10 anni dalla visita dell'allora presidente della Camera Fausto Bertinotti, il sito di Villa Faragola ospiterà nuovamente la terza carica dello stato Italiano.

Infatti dopo la visita privata dello scorso 5 gennaio, la presidente della Camera, Laura Boldrini, sarà nuovamente ad Ascoli Satriano, domani, 2 maggio, per inaugurare i mosaici della "palestra" della Villa Tardoantica di Faragola dopo l'imponente restauro che l'Istituto per il restauro e la conservazione  ha fatto sotto la guida della Sovrintendenza.

”In occasione della sua visita ai Grifoni - annuncia il sindaco Nino Danaro - abbiamo formulato l'invito alla Presidente a tornare per tenere a battesimo i mosaici restaurati. Lei sin da subito ha accettato e ci ha garantito la sua presenza”. L'amministrazione di Ascoli coglierà l'occasione anche per conferire alla Boldrini i "Grifoni d'Oro, massima onorificenza della città, consegnata anche ad Alberto Angela il mese scorso.

“Per noi - dichiara l'assessore alla Cultura Biagio Gallo - è l'ennesimo stimolo, perché vuol dire che abbiamo lavorato nella giusta direzione e il riconoscimento della Boldrini ne è la giusta testimonianza”. Il programma partirà alle 15,00 con la cerimonia d'inaugurazione a Villa Faragola dei mosaici appena restaurati e continuerà con una passeggiata della Boldrini con i bambini delle scuole di Ascoli dalla Cattedrale al Museo, dove è prevista la conferenza e il conferimento dei "Grifoni d'Oro".

Una presenza, e soprattutto un premio, che non è condiviso da tutti. Gli attivisti di Forza Nuova annunciano contestazioni: “La presidente della Camera ha effettuato una visita privata nel nostro paese qualche mese fa, ma non ci pare che questo abbia avuto ricadute positive nel nostro paese, e se pure ci fossero state, non basterebbero a cancellare ciò che per noi rappresenta Laura Boldrini, ovvero il mondialismo globalizzato e multirazziale, cioè il modello decadente che sta portando alla disperazione interi continenti”, spiegano da FN.

“Ecco perché gli abbiamo dedicato uno striscione all’ingresso di Ascoli Satriano, per esprimere il nostro dissenso, come sempre l’unico, verso il potere costituito. Non saremo tra coloro che le batteranno le mani, le volteremo le spalle, e la contestiamo con uno striscione, così come quando venne a Foggia, ad inaugurare un reparto universitario, per cui non aveva mosso neanche un dito. Ci rammarica - concludono - che alla vigilia delle elezioni, per strappare un merito che non esiste, si diano premi a chi non lo merita, né per quello che ad Ascoli non è mai stato fatto, né per quello che certi personaggi faranno per l’Italia”.

ASCOLI-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento