Eventi

Una "giornata del ricordo" per le vittime dei bombardamenti: il 28 maggio?

E’ l’iniziativa lanciata dal ‘Comitato per un monumento alle vittime dei bombardamenti del 43’, promotore di una iniziativa che intende coinvolgere il maggior numero di foggiani, soprattutto quelli delle nuove generazioni

Una ‘Giornata del Ricordo’ per commemorare le vittime della tragica estate del 1943. E’ l’iniziativa lanciata dal ‘Comitato per un monumento alle vittime dei bombardamenti del 43’, promotore di una iniziativa che intende coinvolgere il maggior numero possibile di foggiani, soprattutto quelli delle nuove generazioni

“Il 16 maggio scorso, con una nota ufficiale e protocollata a Palazzo di Città, il Comitato ha richiesto al sindaco Franco Landella di riconoscere il 28 maggio - giorno nel quale Foggia subì la prima tragica incursione dei bombardieri - come Giornata del Ricordo”, spiega il portavoce del Comitato, Salvatore Aiezza.

“Una giornata che non vuole assolutamente sovrapporsi a quella istituzionalmente dedicata ai tragici eventi, del 22 luglio, che resta quella più rappresentativa, ma che ricordando il  primo giorno dell’inizio della barbarie possa coinvolgere le componenti della società civile: scuole, associazioni, enti e così via che difficilmente riescono ad esserlo in piena estate".

"Il 28 maggio potrebbe, per esempio, essere il giorno nel quale le scuole dedichino qualche ora al ricordo di una parte della storia della città ove gli studenti vivono, con mostre, eventi, convegni a ciò dedicati”. Questa è la proposta del Comitato che, importante non dimenticarlo, oltre alla realizzazione del monumento per le vittime dei bombardamenti del 1942, ha tra i suoi scopi quello di mantenere vivo il ricordo e la storia della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una "giornata del ricordo" per le vittime dei bombardamenti: il 28 maggio?

FoggiaToday è in caricamento