Espérer arriva a Foggia: Parcocittà ospita il tour della favola che trasforma il dramma dei migranti nell'utopia di un'isola senza confini

Sarà Parcocittà a ospitare il 19 giugno il tour della favola, che trasforma la cronaca del dramma dei migranti nell’utopia dell’unica isola senza confini.

Espérer è un’isola nata dagli scogli di Ventimiglia e dall’incrocio di molte storie. La prima di queste è quella di Fridtjof Nansen: scienziato ed esploratore norvegese che 1922 ricevette il Premio Nobel per la pace dopo aver inventato il Passaporto Nansen, un originale documento di viaggio che permise ad apolidi e profughi delle guerre di fuggire dai genocidi e dai totalitarismi. Ne beneficiarono 450.000 persone e tra queste alcuni degli artisti che hanno illuminato il secolo scorso: Chagall, Stravinskij e Nabokov.

L’isola di Esperer inizia a prendere forma nel 2015, quando Antonio Damasco, drammaturgo, attore e direttore della Rete Italiana di Cultura Popolare si trovò a dover spiegare alle sue due bambine quello che avveniva sugli scogli di Ventimiglia. A partire dal giugno di quell’anno persone proveniente dai paesi più poveri del continente africano, in transito attraverso l’Italia e diretti in Francia, si fermarono sulla linea di confine, riparandosi sugli scogli per oltre quattro mesi.  Da quella esperienza nacque la favola allegorica “L’immaginifica storia di Espérer”: Da quella esperienza nacque la favola allegorica “L’immaginifica storia di Espérer” in cu si narra di "Sollucchero, un paese in cui poche famiglie di giostrai detenevano la quasi totalità delle attrazioni turistiche ed economiche" e del suo paese vicino e rivale: "Rien-ne-va-plus, luogo dell'Amore e di un ineguagliato claim pubblicitario in voga da oltre 200 anni: libertè, egalitè, fraternitè"  Ma soprattutto si racconta di come  "Orde di persone senza averne diritto e spinti da qualche probabile disordine locale arrivavano sulle loro coste mettendo in serio pericolo le attività turistiche ricreative e commerciali".

Il Teatro delle Forme con la produzione di The Goodness Factory porta in scena il tour dell’ “Immaginifica storia di Espérer”, attraverso un viaggio che risale tutta l’Italia, facendo tappa presso le realtà di “Indovina chi viene a cena?”, un progetto della Rete Italiana di Cultura Popolare attivo a Foggia grazie Il vangelo della Vita Onlus che coinvolgendo associazioni, cooperative e amministrazioni comunali sta cambiando il modo di pensare l'incontro con le altre culture.

 Il tour sta risalendo la penisola, partendo da Palermo per arrivare il 23 giugno al Suq Festival di Genova, dove su un’isola galleggiante al largo del porto della Città, si racconterà il viaggio dell’isola.  Per sostenere le tappe italiane è stata attivata una campagna di crowfunding sulla  piattaforma “produzioni dal basso”: https://www.produzionidalbasso.com/project/l-isola-di-esperer/

Come restituzione per il sostegno sono stati previsti alcune ricompense:

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Musica da mangiare e cibo da ascoltare. Arriva sul Gargano il primo Beach party Gastrofonico della Puglia

    • solo oggi
    • 19 luglio 2019
    • Lido Milano - San Menaio (Fg) – Lungomare Andrea Pazienza
  • Ripartono le attività di animazione gratuite all’InfoPoint di Peschici

    • Gratis
    • dal 18 luglio al 26 ottobre 2019
    • Infopoint

I più visti

  • Daniele De Martino e Roberta Bella a San Marco in Lamis: il live nella Festa Popolare

    • 22 luglio 2019
    • Villa Comunale
  • Giusy Ferreri torna sul Gargano: la cantante palermitana in concerto a Peschici

    • Gratis
    • 21 luglio 2019
    • Centro
  • Ferragosto con Massimo Ranieri: Foggia festeggia con l'artista partenopeo

    • Gratis
    • 15 agosto 2019
    • Centro
  • Da "A campagnola" a "Trapanarella" a Casalnuovo Monterotaro c'è Gigione in concerto

    • 16 agosto 2019
    • Centro Storico
Torna su
FoggiaToday è in caricamento