Il cibo strumento per abbattere le barriere: arriva a Foggia il progetto de Il Vangelo della vita

L'iniziativa, infatti, sovverte l’idea di ospitalità aprendo le “case degli altri”, per costruire insieme uno spazio di comunanza: non si tratta di un progetto gastronomico, ma di relazione, in cui il cibo è il mezzo che permette di abbattere barriere culturali e creare convivialità

Anche Foggia nella Rete Italiana Cultura Popolare per abbattere le barriere attraverso il cibo “Indovina chi viene a cena…?”. E’ questo il titolo del progetto che, a partire da sabato 24 novembre, prenderà piede anche a Foggia, grazie all’attività di Fondazione con il Sud e Il Vangelo della Vita onlus. Si tratta di una prima in Puglia.

“Indovina chi viene a cena?” è un dispositivo di attivazione di comunità che fa parte del lavoro che ‘Rete Italiana Cultura popolare’ sviluppa dal 2011 in territori specifici, partendo dall’idea che l’incontro e la socializzazione sono declinabili in differenti modalità. L'iniziativa, infatti, sovverte l’idea di ospitalità aprendo le “case degli altri”, per costruire insieme uno spazio di comunanza: non si tratta di un progetto gastronomico, ma di relazione, in cui il cibo è il mezzo che permette di abbattere barriere culturali e creare convivialità.

Ideato e realizzato con Fondazione CRT, “Indovina chi viene a cena?” venne lanciato in occasione degli Stati Generali della Cultura Popolare tenutisi a Torino nel 2011 durante il Festival Internazionale dell’Oralità Popolare, con una cena condivisa in cui insieme, attorno ad un unico tavolo, furono gustati piatti preparati dalle famiglie appartenenti alle comunità straniere residenti sul territorio che avevano aderito al progetto.

Dal 2012 è diventato permanente, prevedendo una programmazione annuale e sviluppandosi in maniera diffusa in tutti quei territori aderenti alla Rete che scelgono di progettarlo. L’attività si concretizza in un percorso di cene all'interno delle case private dei nuovi cittadini e, da qualche anno, anche dei richiedenti asilo.

Oggi “Indovina chi viene a cena…?” è una realtà che coinvolge circa 90 comuni italiani e oltre 150 case, anche grazie a diverse organizzazioni locali che hanno aderito alla rete prendendo il nome di “Antenne” e si sono attivate per sviluppare processi culturali sui loro territori. Grazie al contributo di Fondazione con il Sud, il progetto si sta sviluppando anche nel mezzogiorno d’Italia e Foggia, con l’attività de Il Vangelo della Vita onlus, sarà la prima in Puglia, il prossimo 24 novembre, ad apparecchiare la tavola e ad aprirsi a questo nuovo scambio culturale.

“Abbiamo fatto esperienza diretta della cena in occasione della nostra partecipazione al Festival delle Culture popolari e al primo Forum nazionale di "Indovina chi viene a cena…?" che si è svolto a Torino lo scorso weekend (il 10 e 11 novembre, ndr )” dichiarano Dora De Palma, presidente della onlus e Francesca Campagna, consigliera. “Abbiamo così deciso di aderire alla rete e di proporre anche a Foggia e in Puglia questo progetto. Inizieremo con la cena del 24 novembre, ultimo sabato del mese, come da programma nazionale”.

Dal Marocco al Senegal, dalla Nigeria all'Afganistan, da ogni paese del mondo, storie di vita, di terre e di persone da raccontare e condividere.

Prenota la tua cena al 3471922223!

È prevista una condivisione della spesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente nel Foggiano: morto 42enne. Dopo il violento impatto, l'auto si è ribaltata ed è finita fuori strada

  • In Puglia 5 casi con sintomi sovrapponibili a quelli del Coronavirus: chi rientra a casa dalle zone rosse deve comunicarlo

  • Come in un film, in tre tentano di assaltare negozio ma sulla scena irrompono i carabinieri: immobilizzati e ammanettati

  • Violenti scontri nel Foggiano: tafferugli tra baresi e leccesi sulla A16, incendiato un veicolo

  • Tentato omicidio davanti a un bar, estrae pistola e apre il fuoco per un debito di droga: fermato pregiudicato

  • Coronavirus, negativi i test su tutti i casi sospetti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento