A scuola di legalità, la storia di Giovanni Panunzio tra i banchi del Liceo Giordani

L'evento è organizzato dall'associazione foggiana "Giovanni Panunzio - Eguaglianza Legalità Diritti", in programma domani nelle aule dell'istituto di Monte Sant'Angelo

Immagine pagina FB Comune di Monte Sant'Angelo

La legalità passa attraverso i banchi di scuola. E lo farà domani mattina, nelle aule del liceo classico “Gian Tommaso Giordani”, a Monte Sant'Angelo, grazie all’evento organizzato dall’associazione foggiana “Giovanni Panunzio - Eguaglianza Legalità Diritti”.

L’incontro, che nasce da un invito dello stesso istituto scolastico, avrà inizio alle 10,30 ed ha come obiettivo quello di sensibilizzare i giovani studenti della cittadina garganica, il cui Consiglio comunale è stato sciolto nella scorsa estate per la presenza di infiltrazioni mafiose, rispetto ad un tema importante e rispetto ad un territorio che, anche sotto questo punto di vista, merita maggiore attenzione.

Monte Sant’Angelo, va ricordato, è stato il primo Comune della Capitanata in cui è nata la Consulta giovanile ed in cui si è svolta la Marcia per la legalità, organizzata proprio dai giovani della cittadina. Marcia per la legalità che ha squarciato quel muro di omertà che per decenni ha caratterizzato l’area garganica e che ancora oggi fa sentire la sua presenza, sebbene in misura inferiore. La capacità dei giovani nel rompere la cortina di omertà è stata sottolineata in più occasioni da magistrati e forze dell’ordine.

All’incontro, moderato dalla giornalista di TeleFoggia Michela Magnifico, prenderanno parte Massimiliano Arena, avvocato già giudice onorario del Tribunale per i Minorenni di Bari, che porterà la sua esperienza nel campo dei minori, della microcriminalità, delle fasce a rischio e Giovanna Belluna Panunzio, componente dell'associazione “Giovanni Panunzio”, nonché nuora dell'imprenditore edile ucciso dalla mafia foggiana nel 1992.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora, saranno presenti Daniela Marcone, vice presidente nazionale di Libera, Dimitri Lioi, avvocato e Presidente dell'associazione “Giovanni Panunzio” e Stefano Fumarulo, dirigente del Settore legalità, antimafia sociale e politiche dell'immigrazione presso la Regione Puglia. Nel corso della mattinata è prevista una piccola pièce teatrale prodotta dal C.U.T. - Centro Teatrale Universitario di Foggia, scritta da Marcello Strinati e interpretata da Stefano Corsi che ripercorrerà la vita e la tragica fine dell'imprenditore foggiano ucciso per essersi ribellato al racket.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • Ultima ora: catturato il super ricercato Cristoforo Aghilar

  • Omicidio a Cerignola: almeno 11 colpi d'arma da fuoco, così è stato ucciso Cataldo Cirulli detto 'Dino Str'ppen'

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Coronavirus: aumentano i casi in Puglia, sono dieci di cui due in provincia di Foggia

  • San Severo, esplosione nella fabbrica di fuochi Del Vicario: c'è un ferito. Il sindaco: "Preghiamo per Luciano"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento