Ecco piazza Giovanni da Apricena: inaugurata l'opera in Madrepietra

Potenza e Dell’Erba: “Un vero e proprio gioiello per la zona ‘Sacra Famiglia’, che rinsalda i rapporti con Altavilla Vicentina sugellati con un gemellaggio”

Il taglio del nastro

Un nuovo dono alla città e alla zona Sacra Famiglia di Apricena. E' l’inaugurazione di piazza “Giovanni da Apricena”, opera realizzata completamente in Madrepietra, dedicata alla figura storica alla base del gemellaggio tra le città di Apricena e Altavilla Vicentina (Vicenza). Alla manifestazione sono intervenuti rappresentanti istituzionali della comunità veneta, le scuole di Apricena e personaggi che hanno reso possibile il rafforzarsi, negli anni, dei rapporti tra le due città.

“Siamo molto orgogliosi – commentano il sindaco Antonio Potenza e l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Dell’Erba – di aver tagliato il nastro su una nuova importante opera pubblica della nostra Città. Piazza “Giovanni da Apricena”, attualmente, è un nostro fiore all’occhiello, una vera e propria esposizione a cielo aperto della nostra ricchezza, la Madrepietra. Sia il basolato che tutte le opere di arredo urbano, infatti, sono realizzati con questo materiale. E sulla piazza sono già istallate le telecamere di videosorveglianza”.

“Mi piace sottolineare – prosegue Dell’Erba – che la piazza nasce grazie all’impegno di questa Amministrazione e alla collaborazione di tante aziende di Apricena. Tutta la Madrepietra usata per il basolato e per alcune istallazioni è stata donata dagli imprenditori che nel 2013 allestirono in pietra il padiglione del Comune di Apricena al “Medistone Expo” a Bari. “Piazza “Giovanni da Apricena” – riprende il sindaco – è un progetto che come Amministrazione avevamo avviato già nella nostra prima esperienza e che oggi, finalmente, arriva a compimento consegnando ad Apricena, probabilmente, la sua piazza più bella”.

"Lieti di avere ospitato una delegazione di Altavilla Vicentina guidata dal vicesindaco Carlo Dalla Pozza che ringrazio per la presenza e, con cui siamo sempre in contatto per portare avanti nostro gemellaggio. Rapporti che consentiranno di attivare due borse di studio per apricenesi presso la scuola di formazione del “Cuoa”, uno dei più grandi centri di formazione post universitaria d’Italia, che ha sede proprio ad Altavilla”, sottolinea l’assessore alla Cultura Anna Maria Torelli. “Ringrazio anche le scuole di Apricena che per l’occasione hanno organizzato una rievocazione storica con i ragazzi vestiti in abiti federiciani. Auspichiamo che anche nelle scuole venga presentata e studiata la figura di Giovanni da Apricena, pezzo importante della nostra storia, mai veramente valorizzato”, conclude Torelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento