Inaugurata la personale di Patrizia Affatato “Sorelle Indelebili”. Il 28 luglio l’artista terrà il Laboratorio Indelebile di Cartapesta

La mostra, visitabile fino al 30 luglio, rende omaggio al mondo femminile con tutta la sua potenza, la sua complessità e unicità.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Sorelle Indelebili”, la personale di Patrizia Affatato inaugurata a Foggia il 15 luglio scorso nello Studio d’arte dell’artista (sito in via Nicola Parisi 122), ha segnato la ripartenza dell’arte in città. L’esposizione, fruibile dal vivo fino al 30 luglio 2020, rende omaggio al mondo femminile, con tutta la sua potenza, la sua complessità e unicità. «Il rapporto di Patrizia con l’arte è un rapporto ludico. Per questo vediamo un senso di unicità profonda, che attraversa le viscere, fatte di grembo, di sensazioni. Qualcosa che accoglie tutte le emozioni del grande universo della dea madre. E nell’atmosfera della dea madre ci sono le donne di carta, le “Sorelle Indelebili”, che hanno una forza straordinaria, hanno il coraggio dell’amicizia, la passione, la sofferenza, la grinta», ha affermato in occasione dell’inaugurazione Angelo Pantaleo, direttore artistico della Creo Gallery, legato a Patrizia dal rapporto sacro e indelebile dell’amicizia. Con “Sorelle Indelebili” Patrizia Affatato (scultrice di cartapesta, installatrice e orafa) ha dato vita a una serie di donne in cartapesta tutte diverse - anche per formato (da 5x20 fino a 15x60 cm) -, con abiti fatti di garza dipinta a mano e tessuti provenienti da angoli di vita. «Ho scelto la carta perché nasce, si crea, si trasforma, prende forma e colore. Se volessimo considerare una metafora, la carta è uno strato, una superficie portatrice di segni, colori e odori che inducono ad evocare. È raffinata ma fragile», racconta Patrizia che martedì 28 luglio, dalle 8.30 alle 13.00, terrà il Laboratorio Indelebile di Cartapesta. Un’occasione per entrare nel fantastico mondo dell’arte attraverso un lavoro piacevole, di facile pratica e possibilità di recupero della materia prima, lasciando ad ognuno una personale forma di espressione. Il laboratorio - durante cui i partecipanti potranno creare dei fogli con la cartapesta - permetterà non solo di conoscere strumenti e tecniche per lavorare la carta, ma anche di attivare una sensorialità e acquisire un modo nuovo di guardare se stessi attraverso un lavoro artistico che non porterà ad isolarsi ma, attraverso il fare, dirà di se all’interno di un gruppo. «È una sorta di terapia dolce, ricca dì positive risonanze», spiega Patrizia, che aggiunge: «i laboratori di cartapesta aiutano a sviluppare fiducia in se stessi e negli altri, convogliano positivamente la rabbia, potenziano autostima, autonomia e libertà creativa». Il laboratorio si svolgerà all’aperto, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza (per info e prenotazioni 327.9994081). A chiudere la mostra “Sorelle Indelebili” sarà una sorpresa, in programma giovedì 30 luglio, in occasione del finissage. L’ingresso allo Spazio d’arte sarà contingentato, per cui è consigliata la prenotazione (tel. 327.9994081).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento