menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

‘Giove a Pompei’ in pay tv: l’operetta di Giordano in prima serata su Sky Classica Hd

Sabato sera alle 21.10 il canale noto tra gli appassionati di musica classica trasmetterà l’operetta messa in scena lo scorso 18 luglio all’interno del Parco archeologico di Pompei

Il canale satellitare SKY Classica HD (il 138 del bouquet di Sky), noto ed apprezzato soprattutto tra gli appassionati di Musica (soprattutto classica) e di Cultura, il prossimo 31 marzo, in prima serata (ore 21.10), trasmetterà l’operetta di Umberto Giordano “Giove a Pompei”, messa in scena lo scorso 18 luglio presso il Teatro Grande all’interno del Parco archeologico di Pompei.

Un nuovo, importante traguardo nel cammino delle celebrazioni del 150enario della nascita del grande compositore -nato a Foggia il 28 agosto 1867- organizzate dal Comune di Foggia (tramite l’Assessorato alla Cultura) con il patrocinio e il supporto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e la collaborazione di Conservatorio, Università e Accademia di Belle Arti di Foggia e delle Fondazioni dei Monti Uniti e Apulia Felix di Foggia.

“Ci eravamo ripromessi di rendere una serie di omaggi prestigiosi e di grande spessore culturale, -ha sottolineato il sindaco di Foggia, Franco Landella- e abbiamo centrato in pieno l’obiettivo. Prima la messa in scena dello Chénier, poi il nuovo allestimento di Giove a Pompei, a quasi un secolo dall’ultima edizione, con repliche a Foggia, Pompei e Chieti. Ora i “passaggi” su una rete importante come Sky Classica HD. Penso che, nel mondo contemporaneo della comunicazione multimediale, abbiamo messo a segno una efficace operazione di promozione della conoscenza di Umberto Giordano, che è coincisa con altri importanti eventi di portata mondiale come la rappresentazione di Andea Chénier, lo scorso dicembre, alla prima della stagione lirica del teatro alla Scala di Milano. Siamo soddisfatti, anche se avevamo in programma ancora iniziative importanti, con l’auspicio che trovino l’opportuna e adeguata realizzazione”.

 “Con la storia si può anche scherzare, e lo prova la straordinaria Giove a Pompei, ma con la Cultura non si scherza, anzi si costruisce il futuro, partendo dallo stretto rapporto tra territorio, eccellenze artistiche, valorizzazione e rilancio economico”, -ha commentato Anna Paola Giuliani, assessore alla Cultura del Comune di Foggia-. “L’anno Giordaniano è una delle iniziative più importanti di un percorso avviato nel dicembre 2014, quando è stata donata nuova vita al Teatro ‘Giordano’, tempio della cultura foggiana e punto di riferimento di un ampio movimento culturale che sta crescendo e facendo proseliti con una serie d’iniziative di coinvolgimento e progettazione culturale che amalgamano le migliori intelligenze della nostra straordinaria terra”.

La messa in scena pompeiana di Giove a Pompei, frutto di impegno di professionisti e operatori quasi tutti foggiani, è stata assolutamente innovativa sia dal punto di vista della recitazione, che dei costumi, della scenografia e degli allestimenti immersivi originali. Lo spettacolo è permeato da una cifra dadaista in cui colori, forme e suoni si fondono per far sorridere e riflettere.

Sono previste repliche, sempre sullo stesso canale, lunedì 2 aprile, mercoledì 4, domenica 8 aprile, martedì 10 aprile, giovedì 19 aprile, venerdì 27 aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento