Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Eventi

Una Pasqua creativa, la spunta Giorgio Di Pasqua con il suo “Battito d’ali della pace”

Nell’anfiteatro della scuola secondaria di primo grado “Leonardo Murialdo” si è svolta la premiazione del concorso indetto dalla fabbrica di cioccolato foggiana "Max Dolcezza"

Una mattinata densa di emozioni quella che ha visto come protagonista un entusiasta Giorgio Di Pasqua, vincitore del concorso “Una Pasqua creativa” indetto dalla fabbrica di cioccolato Max Dolcezza. Un crescendo di euforia ha accompagnato la consegna dei diplomi di merito a tutti i partecipanti che si sono distinti per impegno e attenzione tradotti poi in cura e dovizia di particolari contenuti negli elaborati che a breve saranno pubblicati sul sito www.maxdolcezza.it.

L’anfiteatro della Leonardo Murialdo è poi esploso quando i ragazzi hanno visto spuntare un grande uovo personalizzato con il disegno vincente, Il battito d’ali della pace, una candida colomba avvolta dai colori dell’arcobaleno. La sensibilità dimostrata nella scelta del tema e nell’utilizzo dei colori era ancora più evidente nello sguardo prima incredulo e poi commosso del giovane artista. Stretto nell’abbraccio del suo insegnante Guido Iozzi e del dirigente scolastico Antonio Coppola, che finalmente è riuscito a strappargli un sorriso, ha ritirato una targa con la riproduzione del suo bellissimo disegno ed è rimasto qualche secondo ammirato nel vedere da vicino l’uovo raffigurante la sua colomba in carta di zucchero.

Alla commozione del vincitore si è aggiunta poi a quella del presidente della commissione esaminatrice degli elaborati, Luigi Spiriticchio, fondatore della fabbrica, che ha ringraziato tutti i ragazzi presenti per aver mostrato tanto entusiasmo nello scoprire i segreti degli artigiani del cioccolato prima, e nell’esprimere pensieri e sensazioni attraverso splendidi disegni e incantevoli poesie poi. Li ha salutati poi con l’augurio di poterli vedere nuovamente negli anni a venire.

A questo punto un silenzio surreale aleggiava nell’ambiente fino a qualche istante prima saturo di esclamazioni e apprezzamenti vari, una domanda sembrava quasi materializzarsi in un'unica nuvoletta collettiva… Ma l’uovo ricevuto come premio, oltre ad essere molto bello, sarà anche buono? Li ho lasciati così, limitandomi a scattare loro qualche foto con il prezioso aiuto della mia collega Maria Letizia, che ha catturato le emozioni dipinte sui loro visi sorridenti, ma sono più che certa che l’uovo ormai sia solo un dolce ricordo!

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una Pasqua creativa, la spunta Giorgio Di Pasqua con il suo “Battito d’ali della pace”

FoggiaToday è in caricamento