Mercoledì, 4 Agosto 2021
Eventi

Due voci italiane e una “mente” foggiana fanno capolino nel film “Zoolander 2”

Sono Jolie and the Key, il duo di artisti italiani che sta conquistando gli Stati Uniti, e Gianluca Pizzorno, musicista foggiano e manager del gruppo, che fa la spola tra Foggia, Londra e Los Angeles

Da sinistra, Gianluca Pizzorno e Jolie and the Key

Due voci italiane e una “mente” foggiana fanno capolino dalla pellicola del film “Zoolander 2”, con le star del cinema Ben Stiller e Owen Wilson. Le voci sono quelle di Jolie and the Key, duo di artisti italiani che sta conquistando gli Stati Uniti, mentre la mente è quella di Gianluca Pizzorno, musicista foggiano e manager del gruppo, che fa la spola tra Foggia e Los Angeles.

Al cinema, quindi, prestate attenzione alla cover eccentrica e tutta italiana del classico di Ray Charles ‘Hit the Road Jack’: a cantarla sono i due giovani artisti che, dopo aver debuttato la scorsa estate su BBC Radio 1 con il loro primo singolo Fire (assieme al DJ/ Producer Phonat - sotto l’etichetta di Skrillex OWSLA), al momento sono sulle classifiche di MTV in UK, Francia e USA. Jolie and the Key si trovano in questi giorni a Los Angeles, dove stanno lavorando alla produzione del loro primo album. Ne abbiamo parlato con il loro manager, il foggiano Gianluca Pizzorno.

Pizzorno, come è nata la collaborazione artistica con Jolie and the Key?

E’ iniziato tutto a maggio dell'anno scorso in modo del tutto casuale: una delle persone con cui lavoro -Marco Ciappelli, autore di tanti successi italiani - mi inviò alcuni brani di due ragazzi di Livorno, Jolie and the Key appunto. Dopo aver ascoltato i loro brani rimasi colpito sia dalla loro scrittura originale che ovviamente dalla voce, ma è stato un brano in particolare a folgorarmi. Da quel momento è iniziata la nostra collaborazione che in brevissimo tempo ci ha portato a raggiungere dei traguardi molto importanti che vanno dalla premier del primo singolo "Fire" su BBCR1 passando per MTV UK fino alla partecipazione nella colonna sonora di Zoolander 2.

Una pellicola che rappresenta una vetrina importante. Ma cos’altro c’è in cantiere per questi due giovani artisti italiani che stanno letteralmente conquistando gli Stati Uniti?

Ci sono tanti progetti in cantiere: Jolie and the Key sono ora in studio a Los Angeles per registrare i loro nuovi brani e c’è un singolo in arrivo nei prossimi mesi, che probabilmente verrà accompagnato da un tour.

Foggia rientra tra le tappe obbligate per gli artisti che segui?

In realtà gli artisti con i quali collaboro sono principalmente in UK ed in America, quindi non è facile portare loro a Foggia. Ma ogni volta, cerco l'occasione giusta per farlo e quando ci riesco mi riempie di gioia. Fortunatamente, da poco più di un anno, a Foggia esiste una realtà - lo "Star Studio" di Luca Iacovelli e Loris Mancini - che mi permette di avere una base di lavoro anche in città. In realtà collaboro con loro già a distanza per diverse produzioni che poi uso come colonne sonore per pubblicità e film, e ho avuto già modo di portare a Foggia alcuni di miei artisti, tra i quali gli stessi Jolie and the Key ed Alex Alessandroni Jr, direttore musicale di Christina Aguilera, Pink, solo per citarne alcuni.

Il tuo percorso ti ha portato lontano: da Foggia a Roma, poi Londra e Los Angeles. Quali progettualità stai portando avanti oltreoceano?

Ho diversi progetti che sto portando avanti: accanto a quelli prettamente musicali sono proprietario di una App "Be Heart Of It" che ho lanciato con una pop star americana Christina Perri (autrice della colonna sonora della saga di Twilight) e che in questo momento sta riscuotendo molto interesse tra altri suoi colleghi... incrocio le dita. In più, sono molto orgoglioso anche per un altro progetto che sta andando molto bene: si chiama "Londra da Vivere" ed è un portale che offre quotidianamente informazioni utili a tutti gli italiani che vogliono raggiungere Londra, sia per una breve vacanza che per un nuovo progetto di vita. Ad un anno dal suo lancio, il progetto vanta già il record di lettori nel settore.

Dall’esterno, come valuti la scena musicale foggiana? Ci sono realtà o opportunità che vedi crescere con interesse?

La scena musicale foggiana è sempre piena di tantissimi talenti, che purtroppo hanno pochissime possibilità per mostrare il loro valore. Spero che le cose cambino in fretta, e si inizi a dare alla musica l'importanza che merita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due voci italiane e una “mente” foggiana fanno capolino nel film “Zoolander 2”

FoggiaToday è in caricamento