Orsara di Puglia: i “Fucacoste” diventano Patrimonio Culturale Italiano

La "Rete Italiana della Cultura Popolare" ha riconosciuto i "Fucacoste" come patrimonio distintivo e valore culturale

Il Comune di Orsara di Puglia è entrato a far parte della Rete Italiana di Cultura Popolare. In particolare, i "Fucacoste e Cocce Priatorje" sono stati riconosciuti come Patrimonio Culturale italiano. La Rete, nel 2007, è stata riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per il suo impegno di informazione e valorizzazione del patrimonio culturale italiano e mediterraneo. La sua attività, infatti, va oltre i confini nazionali e promuove il meglio del patrimonio materiale e immateriale di 12 Paesi, con iniziative e collaborazioni che coinvolgono Spagna, Francia, Egitto e Marocco.

La Rete Italiana di Cultura Popolare ha diversi obiettivi. Opera, innanzitutto, per la diffusione di politiche socio-culturali sul territorio, con iniziative utili a valorizzare e promuovere le culture profondamente significative e radicate nel territorio. L’intento dell’organizzazione è quello di creare le condizioni affinché il patrimonio immateriale dei popoli, inseriti in un sistema di rete, possa costituire una risorsa per lo sviluppo sostenibile delle risorse locali.

Operando in tutta l’area mediterranea, favorisce le attività di scambio culturale attraverso la realizzazione di progetti interregionali e internazionali di cooperazione. La Rete Italiana di Cultura Popolare, inoltre, mette a disposizione di chi ne fa parte una serie di strumenti utili a promuovere le vocazioni territoriali. Tra le iniziative attivate dall’organizzazione, ha suscitato particolare interesse e partecipazione il “Festival dell’oralità popolare” che nel 2011 si è svolto a Torino con rappresentazioni teatrali, laboratori di artigianato, spettacoli musicali, convegni e stand enogastronomici. Un’altra importante iniziativa è quella dell’Università itinerante attivata in diversi paesi della rete.

Anche Orsara di Puglia potrà richiedere l’accreditamento come una delle sedi dell’Università itinerante. I corsi di questo particolare tipo di ateneo sono riconosciuti dal Ministero della Pubblica Istruzione, danno la possibilità di acquisire crediti formativi, coinvolgono docenti di tutta Italia nella divulgazione e l’approfondimento delle culture locali.

Il Comune di Orsara di Puglia ha aderito attraverso un patrocinio gratuito. L’adesione è stata accettata in virtù del valore culturale e dei profondi significati in termini di identità storica che caratterizzano i “Fucacoste”. Il Comune di Orsara di Puglia, tuttavia, ha intenzione di candidare altri aspetti della cultura orsarese che possano essere riconosciuti e promossi dalla rete.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento