rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Eventi

Mieli Papagna, il progetto per salvaguardare il parco del Gargano

L'azienda di Manfredonia, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, ha pensato ad un gesto concreto per la tutela di una delle aree verdi più preziose e rinomate d'Italia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Il 22 aprile, come ogni anno, viene celebrata la Giornata Mondiale della Terra. Mieli Papagna, realtà con sede a Manfredonia, che dal 1957 (e da tre generazioni) si dedica alla produzione artigianale di miele, si è fatta promotrice di un’iniziativa dal cuore “green”. Spinti dall’amore nei confronti delle api e, soprattutto, per la voglia di proteggere e promuovere il territorio in cui operano, il Parco Nazionale del Gargano, è stato promosso il progetto From Bee to You | #AdottaUnArnia. Obiettivo dell’iniziativa è attivare un circolo virtuoso di conoscenza dell’ecosistema che ruota attorno alle api, fondamentali per la nostra sopravvivenza: proteggendo le api e rispettando il loro ritmo di vita, tuteliamo la natura che ci circonda. Più in particolare con il progetto #AdottaUnArnia, è possibile dare il proprio contributo alla tutela delle api che popolano le arnie di Mieli Papagna, posizionate all’interno del Parco Nazionale del Gargano, partecipando attivamente così alla salvaguardia di questo incontaminato territorio. Un’iniziativa che protegge le arnie esistenti e che mira a crearne sempre di nuove, estendendosi il più possibile sul territorio. Prendendo parte alla donazione si ha la possibilità di ricevere direttamente a casa propria il miele prodotto dalle api che si è deciso di adottare. Un prodotto che giunge dai campi impollinati, a seconda del periodo e della fioritura, per apprendere in primis la stagionalità dei prodotti che la Natura offre, oltre che l’importanza che questi piccoli insetti hanno per la nostra vita. Le api all’interno dell’arnia - che singolarmente può arrivare ad ospitarne fino a 90mila - producono miele se - e solo se - sono in salute. Il miele diviene così un importante indicatore dello stato di benessere in cui si trova la terra: se le api non impollinassero i fiori, non esisterebbe la natura. Fin qui sarebbe tutto semplice, se non fosse che non è sufficiente allevare api per mantenere sano il Pianeta Terra. Ciò che fa la differenza è il metodo di allevamento delle api, spesso sottoposte a trattamenti in difesa da parassiti e malattie causati da insetti nocivi, purtroppo sempre più diffusi. Fortunatamente esistono piccole realtà, dai grandi valori che lavorano ancora come “una volta”, seguendo gli insegnamenti dettati dai ritmi della natura. E Mieli Papagna ne è un esempio virtuoso. Pastori delle Api, così amano definirsi gli apicoltori Mieli Papagna, che praticano il cosiddetto nomadismo, una tecnica tanto antica quanto fondamentale per garantire la biodiversità. Trasportano le arnie, seguendo il ritmo della Natura, alla ricerca delle fioriture migliori, in aree incontaminate. Uno spostamento necessario per favorire l’impollinazione di tutte le specie presenti - si è stimato che, in un solo giorno, un’ape possa arrivare a “visitare” fino a 3mila fiori – e mantenere così intatto uno dei territori italiani più ricchi di flora e fauna. 120.000 ettari di paesaggi selvaggi che si alternano a campi, uliveti e vigneti, che hanno portato il Parco Nazionale del Gargano a diventare una delle mete più belle e rinomate d’Italia. Come funziona la donazione? Possiamo contribuire a mantenere in vita e sana una famiglia di api, sostenendo una parte dei costi destinati alla pulizia e alla manutenzione della loro arnia e supportando l’apicoltore nelle attività quotidiane a essa connesse. Andando sul sito mielipapagna.com/adottaunarnia è possibile contribuire all’adozione di un’arnia per un periodo di 4 oppure di 8 mesi. Il contributo varia da 49€ a 98€ ed equivale alla percentuale dei costi annuali di mantenimento di un’arnia. All’acquisto verrà inviata subito la prima Box ed in seguito le altre, per un totale di, rispettivamente, tre e quattro confezioni di pregiati prodotti provenienti dagli alveari Mieli Papagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mieli Papagna, il progetto per salvaguardare il parco del Gargano

FoggiaToday è in caricamento