Alla scoperta della psico-bio-genealogia: alla Ubik Francesco Gramazio spiega il ‘Sistema famiglia’

Ritrovare l’equilibrio fisico e mentale attraverso l’analisi dell’albero genealogico. Analizzare il “sistema famiglia” nella sua interezza, risalendo le generazioni, al maschile e al femminile, portando alla luce risorse, vincoli, influenze. L’individuo al centro di tutto, indagato secondo una prospettiva nuova che fonde il soggettivo e il collettivo. È, in estrema sintesi, la Psico-Bio-Genealogia: un approccio innovativo nei confronti del disagio e della malattia messo a punto da Antonio Bertoli, poliedrico intellettuale italiano scomparso nel 2015, scrittore, poeta, autore teatrale e animatore culturale di intere generazioni nonché sodale del notissimo Alejandro Jodorowsky, del quale è stato il principale traduttore italiano. Sabato 20 maggio, alle ore 18.30, nello spazio live della libreria Ubik di Foggia si parlerà proprio dei suoi insegnamenti attraverso i principali libri pubblicati da Marco Edizioni: Francesco Gramazio, dell’associazione culturale ArsChemica, organizzatrice dell’evento, darà vita ad una conferenza-seminario incentrata sui temi cari all’autore toscano, fondatore della disciplina che mette al centro l’autenticità dell’individuo. L’ingresso è aperto a tutti i lettori.

La Psico-Bio-Genealogia basata sugli archetipi del maschile e del femminile è l’approccio inventato da Antonio Bertoli al disagio e alla malattia, intesi come esito della relazione sistemica tra individuo, famiglia di provenienza, società di appartenenza, specie biologica e fondamenti antropologici. Questo approccio si basa sull’analisi della famiglia di provenienza della persona e prende in considerazione tre o quattro generazioni, nella convinzione che ogni sintomo e ogni biografia individuale siano una risposta alle alterazioni del maschile e del femminile archetipici (antropologici) da parte del modello genealogico che viene consegnato a ogni neonato (nuovo nato). Da questo punto di vista, i genitori – che rivestono un ruolo capitale in ciascun modello e approccio terapeutico – sono visti principalmente come i veicoli attivi di un conflitto che si è originato quanto meno nei nonni, ovvero nella relazione tra genitori e nonni. La psico-bio-genealogia asserisce che per capire e poter aiutare una persona è necessario conoscere il tipo di relazione che è esistita fra i suoi genitori e i suoi nonni – e possibilmente tra i suoi nonni e i bisnonni – perché essa è l’esito della relazione che i suoi genitori hanno intrattenuto con i loro rispettivi genitori. Da questo punto di vista assumono particolare rilievo anche la posizione occupata da ciascun individuo nell’ambito della fratellanza di cui fa parte (primogenito, secondo, terzo, ecc.) e ciascuna singola traiettoria di vita: i traslochi, le relazioni con l’altro sesso, le interruzioni di gravidanza, la professione, il numero e il sesso dei figli, ecc. Le malattie e i sintomi biologici – al pari dei problemi psichici o psicologici – sono integrati come esiti dell’albero genealogico di provenienza, e quindi come vere e proprie soluzioni biologiche di conflitti psichici derivanti dalle relazioni transgenealogiche

Francesco Gramazio. Laureato in Economia Aziendale, laureando in Psicologia, insegna e pratica Arti Marziali da oltre un decennio, ha conseguito il Master in Psico Bio Genealogia condotto da Antonio Bertoli con cui ha collaborato e approfondito anche lo studio del Tarocco. Collabora con lo studio di Psicologia Analitica di Genova. Conduce incontri individuali e stage di Psico Bio Genealogia e Tarocco in Italia.

Antonio Bertoli. Dopo essersi laureato al DAMS di Bologna e averci anche insegnato (avanguardie storiche del '900), ha avuto una lunga esperienza in ambito teatrale e poetico, dirigendo il Teatro Studio di Scandicci (Firenze) dal 1984 al 1998, oltre che il Teatro Puccini di Firenze, insieme a Sergio Staino, per le sue due prime stagioni (1990-91 e 1991-92). Nell'ambito di queste esperienze e in parallelo ad esse ha avuto modo di collaborare con diversi artisti e personalità del mondo dell'arte e della cultura (Fernando Arrabal, Roland Topor, Alejandro Jodorowsky, Antonio Tabucchi, Marco Parente, Jean Baudrillard, ecc.), elaborando nella pratica una concezione della creatività quale motore e scopo della presa di coscienza individuale e collettiva. Nel 1996 fonda a Firenze City Lights Italia, libreria e casa editrice che si è occupata di poesia, in collaborazione con Lawrence Ferlinghetti, mito vivente della beat generation (City Lights di Firenze è stata l'unica altra sede al mondo, dopo quella di San Francisco). Da questa collaborazione nasce l'incontro con ulteriori protagonisti della cultura contemporanea: Anne Waldman, Gregory Corso, John Giorno, Ed Sanders, Diane Di Prima, Jack Hirschman, W.Bourroughs, vale a dire con la migliore tradizione poetica e di controcultura americana. Con City Lights ha organizzato diversi festival e iniziative, tra le quali un pullman itinerante (Pull-man My Daisy) che ha attraversato l'Italia da Nord a Sud, fermandosi nelle piazze per una performance collettiva di circa due ore, cui hanno partecipato larga parte degli artisti sopra citati. In parallelo a queste esperienze si è occupato da sempre di Psicogenealogia (psicoanalisi transgenerazionale), intesa quale modalità di espressione e stimolo della creatività, nonché un mezzo di indagine e di liberazione dell'inconscio e delle sue pulsioni, strumenti di terapia da una parte e di espressione creativa dall'altra. Dopo Gurdjieff incrocia la psicoanalisi e lavora da circa 20 anni con Alejandro Jodorowsky. Esperto di nuova medicina, ne ha fuso i precetti con la psicoanalisi transgenerazionale all’insegna di quella che ha chiamato “Psico-bio-genealogia”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • 'Alla scoperta dell'antica Sipontum': laboratorio didattico per bambini organizzato da Archeologica

    • 25 ottobre 2020
    • Parco Archeologico Siponto

I più visti

  • 'Movimento', le opere di Giorgio e Silvia Rastelli al Mat di San Severo

    • fino a domani
    • dal 24 luglio al 24 ottobre 2020
    • MAT Museo dell’Alto Tavoliere
  • Relax, giochi e buon cibo. Arrivano i Trawell-Weekend: due mesi di visite guidate esperienziali in Capitanata

    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • Lucera - Cagnano Varano - Foggia - San Severo - Bovino - Candela - Stornara -
  • Ritornano le giornate Fai d'autunno: due weekend dedicati alla fondatrice Gilia Maria Crespi

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
  • Aperitrawellit Lucera: 2mila anni di storia tra le strade e i monumenti

    • solo domani
    • 24 ottobre 2020
    • Basilica cattedrale di Santa Maria dell'Assunta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FoggiaToday è in caricamento