Una giornata dedicata ai latticini. Apricena ospita il Festival della Mozzarella

In Piazza Federico II di Apricena … un Festival interamente dedicato alla gustosa Mozzarella e ai Latticini!
Dalla mungitura alla lavorazione, dalla lavorazione alla degustazione dei prodotti: a questi momenti in tempo reale il pubblico potrà assistere e prendere parte! … Quando? Giovedì 11 Agosto 2016 dalle ore 21:30 in una Piazza Federico II ridisegnata ad hoc "masseria-caseificio" e "fucina di lavoro" dei massari Limosani, Ferrazzano, Fedele Padula e De Angelis, protagonisti di un mondo naturale che esprimeranno con la loro creatività casearia.


L'evento, organizzato dall'Associazione Movidaunia e patrocinato dal Comune di Apricena, vede la collaborazione dell'A.V.E.A. per il supporto logistico e del media partner Gargano e Daunia, eccellente tramite di comunicazione. Un Punto informazioni spiegherà nel dettaglio, per gli appassionati, la storia e il procedimento. 


In una piazza trasformata, in un clima rurale, tra sapori caseari e balle di fieno, il piacere gustativo sarà accompagnato dalla visione di una serie tematica di foto della fotografa Annarita Mastrogiacomo, scatti che hanno immortalato e propongono attimi di vita agreste, istantanee che riconoscono alle voci più umili della natura un magistero poetico. Una vera Festa della genuinità, di un microcosmo rusticano, di suggestivi lavori bucolici ricchi di vita, da gustare ed assaporare grazie alla Movidaunia, associazione attenta e dedita alle tradizioni folcloristiche di Apricena per rafforzare il legame tra passato e presente, con uno sguardo rivolto al futuro … per gli occhi razionali ma soprattutto immaginifici dei componenti e del loro presidente Ciro Violano.


Rispondiamo dunque all'invito gastronomico, ricordando un noto proverbio apricenese che recita: «latt de vack, chèsce de pèquere, recòtt de crèpe e pròvele de bùfele», un elogio cioè di latticini quali latte di mucca, formaggio di pecora, ricotta di capra e provola di bufala (in LOMBARDI Antonio, Proverbi & curiosità, Malatesta, 2005, p. 124), ai quali aggiungiamo in primis le interpreti principali, le MOZZARELLE o, dialettalmente parlando, le "scamòrz", «dette così perché quasi morsi, staccati nella grossezza di un pugno dall'intera massa di latte cotto e manipolato» (in PITTA Nicola, Apricena, Malatesta, 2002, p. 258).

LE ALTRE SAGRE D'AGOSTO IN CAPITANATA

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sagre, potrebbe interessarti

I più visti

  • 'Omaggio a Fellini': alla Biblioteca la mostra dedicata al grande Maestro

    • dal 19 febbraio al 19 marzo 2021
    • Biblioteca Provinciale La Magna Capitana
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento