La festa della transumanza garganica: il 25 aprile a Carpino

Promuovere e valorizzare il territorio anche attraverso pratiche agro-pastorali apparentemente in disuso come la transumanza che avveniva a Carpino e andava dalla pianura alla montagna

La transumanza è lo spostamento periodico del bestiame tra due o più pascoli che vengono sfruttati stagionalmente: nei mesi freddi quelli situati in pianura o a fondovalle, nei mesi estivi quelli montani.
Questo rituale millenario è un fenomeno ancora attivo in tutto il promontorio del Gargano è in particolare in centinaia di migliaia di ettari di terreni a pascolo, quasi tutti demaniali e inseriti nel perimetro del Parco Nazionale.

La transumanza garganica, piano-montagna, avviene in loco e mantiene le caratteristiche e le organizzazione simili al fenomeno secolare della grande transumanza che dagli Abruzzi portava greggi, mandrie e pastori verso il Tavoliere e il Gargano percorrendo le vie naturali dei tratturi.

Oggi però questa antica pratica non investe più tanto il mondo ovino-caprino, ormai ridotto all'osso, quanto quello bovino di tipo podolico in costante crescita per via della naturalezza delle sue carni e soprattutto per l'ottima qualità dei suoi prodotti lattiero-caseari freschi e stagionati, come scamorze, scamorzoni, mozzarelle e soprattutto quel caciocavallo (cascavadde) più volte premiato negli appositi saloni gastronomici nazionali, come uno dei migliori formaggi italiani per la bontà delle erbe e dal tipo di allevamento allo stato brado.

I dati della Dogana di Foggia ci dicono che nell'anno 1604 fu censito sulla rete dei tratturi della sola provincia di Foggia il transito di oltre 5.500.000 capi di bestiame. Nel 1958 invece se ne contarono solo 205.000 capi.. Oggi la grande transumanza non avviene più con il trasferimento pedonale degli animali attraverso i piccoli e i grandi tratturi "erbosi" che intersecavano un tempo in lungo o in largo l'intero Tavoliere, convogliandosi, al termine, sulle arterie di collegamento con le vicine regioni molisana e abruzzese, ma quasi unicamente attraverso gli automezzi su rotaie o su gomme.

Il 25 aprile prossimo con l'intento anche di promuovere, attraverso questo ed altri progetti, la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo socio-economico di tutto il patrimonio immateriale dell'area del Gargano, l'Associazione Culturale Carpino Folk Festival seguirà la morra (transumante) della famiglia Facenna di Carpino con i grandi cani bianchi ai lati, il pastore e il pastoricchio l'uno in coda, l'altro avanti al gregge, accelerando il passo dove il pascolo è magro, ritardandolo dove esso è abbondante. Insieme alle centinaia di visitatori, artisti, telecamere e fotografi che hanno già prenotato percorreremo nelle sue due o tre ore di cammino ininterrotto, 8 chilometri tutti fatti a piedi, poi festa della transumanza.

Un percorso millenario insieme al bestiame e agli allevatori che meglio di altri conoscono l'anfiteatro naturale che dagli uliveti collinari e seminativi della piana che costeggiando il Lago di Varano porta nelle valli di Carpino e Cagnano Varano, nei terrazzati di oliveti, mandorleti e frutteti, fin su sui pascoli arborati dell'interno del promontorio del Gargano.

La partenza è prevista alle ore 6.30 dalla località Tartareta (in Agro Ischitella), quindi, percorrendo le vie erbose attraverseremo tutto l'anfiteatro naturale del promontorio del Gargano fino ai pascoli in località CAMINIZZO dove si raggiungerà l'Azienda Zootecnica di famiglia. Qui si potrà assistere alla mungitura e, dopo la colazione podolica, alla lavorazione del latte e dei formaggi.

Quindi nel pomeriggio, dopo il pranzo podolico, il laboratorio per la costruzione dei cesti tipici e il pascolo della capra garganica. Giochi tradizionali, musica e balli con suonatori e cantatori spontanei accompagneranno i visitatori fino alla cena podolica e quindi alle performance musicali di SIGNORë LIBRëCëNë, METANO’s DJset, NOMAD DJset dall'Ariano Folk festival e dei SALENTOinDUB DJset.


PROGRAMMA

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ore 6:30 RITROVO presso Distributore Carburante Varano Petroli - Carpino
(Subito dopo Uscita SS693 - Strada a scorrimento veloce del Gargano)
Ore 7:00 PARTENZA Località TARTARETA (Agro Ischitella)
Percorso di 8km circa a piedi (abbigliamento a cipolla, scarpe comode, acqua)
Ore 9:30 ARRIVO Località CAMINIZZO Azienda Zootecnica FACENNA
Ore 10:00 Mungitura e Colazione Podolica
Ore 11:00 Lavorazione del latte e dei Formaggi
Ore 12:30 Pranzo Podolico Sociale
Ore 15:00 Laboratorio per la Costruzione dei Cesti Tipici
- Musica e Balli con Suonatori e Cantatori Spontanei
Ore 16:00 Escursione - Pascolo della capra Garganica
Ore 18:00 Giochi Tradizionali: Mazzë a Curtë e Savëza n'goddë
- Musica e Balli con Suonatori e Cantatori Spontanei
Ore 20:00 Cena Podolica Sociale
Ore 22:00 NOTTE PODOLICA con
- SIGNORë LIBRëCëNë / play-pist
- METANO's / DJset Podolico
- NOMAD / DJset Ariano Folk festival
- SALENTOinDUB / DJset

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Un regalo di nozze agli sposi dalla Regione Puglia: "Se non rimandate il matrimonio all'anno prossimo"

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Straordinario traguardo in Puglia: dal tampone di paziente foggiano isolato e sequenziato genoma di due virus Sars Cov 2

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Paura in un negozio di abbigliamento: titolare reagisce ai banditi armati, ferito alla testa nella colluttazione

Torna su
FoggiaToday è in caricamento