La Galleria Creo ospita la mostra collettiva Ex Voto max 10

Martedì 10 dicembre alle ore 20.30 , nello spazio galleria Creo, in via Lustro,3 a Foggia sarà inaugurata la mostra collettiva Ex Voto max 10 con la partecipazione di più di quaranta artisti che hanno risposto alla chiamata alle arti, insieme alla partecipazione degli alunni del Liceo artistico Perugini.
Ad inaugurare questa mostra ci sarà una performance della compagnia teatrale “le maschere” , tratta da “MAMME” di Annibale Ruccello, adattamento ed interpretazione di Gina Morelli , già premiata nel 2005 come miglior testo teatrale a Leporano (Ta).
"...un flusso initerrotto di sangue ha attraversato la via dei supplici..." (L. Satriani) di Giuseppe Rutigliano
Siamo divisi tra due piani: il sacro e il profano. Fin dagli inizi delle civiltà neolitiche l'umanità ha percepito questi due piani separati: il sacro in alto e il profano in basso, il primo luminoso e eterno il secondo miserevole e destinato alla morte; questo è il luogo della sofferenza fisica, della malattia e della morte a cui siamo condannati. L'ex voto è la documentazione della sofferenza fisica e e del dolore del corpo, è la rappresentazione dettagliata e minuziosa della malattia, una malattia teatralizzata e che enfatizza la miseria della condizione umana: sangue, vomito, pustole, bubboni. Il protagonista di questa scena è il corpo sofferente e implorante, il corpo attorniato da oranti e medici impotenti di fronte al male incurabile. Vediamo l'organo malato, il cuore bruciante sofferenza, come il sacro cuore di Cristo con la corona di spine e trafitto, e ancora gambe, braccia, uteri, seni di cera che stanno li a testimoniare il dolore. Tutto questo è una traccia fisica di una sofferenza della carne che attraversa i secoli e arriva fino a noi nella sua forma più cruda ed esplicita. L'ex voto è la testimonianza dell'irruzione del divino nella sofferenza del mondano, della grazia di Dio. Quel velo che separa i due piani, sacro e profano, vien e momentaneamente stracciato, la grazia divina irrompe nel quotidiano come un lampo di luce nelle tenebre. Il divino sospende l'azione e sorprende gli attori del dramma della malattia impotenti di front e alla sofferenza della scena. Il tempo dell'uomo si sospende e diviene divino. È la ierofania guaritrice e salvifica di fronte la sofferenza e la morte. È la grazia divina che interrompe le leggi della natura. È Dio che si manifesta nella sua potenza sulla natura e sulla morte. L'ex voto è lo scioglimento di un contratto tra l'uomo graziato e Dio; è la prova al mondo della grazia divina, del miracolo avvenuto. L'ex voto è un oggetto che diviene sacro nel pellegrinaggio di ringraziamento per la grazia ricevuta e nella sua esposizione al resto del mondo in quanto testimonianza della misericordia. Il miracolo oltrepassa le mura domestiche o dell'ospedale per essere una testimonianza di Dio alla comunità tutta. Ma qual'è il senso dell'ex voto nella società globalizzata del presente, una società che condanna la sofferenza e la malattia a favore del benessere e della prestanza fisica? Cosa resta dell'ex voto in una società dell'immagine edonistica e della felicità e sempre e ovunque, dove non vi è spazio per l'intervento divino? L'ex voto è la traccia di un sentimento popolare che nasce dal dolore della carne e dalla malattia per risolversi nella fede prima che nella grazia ricevuta. Esso è una testimonianza di fede pura e semplice, ma forse per questo verace. Non vi è teologia dietro, solo un sentimento del cuore per grazia ricevuta.

CURATORE ED IDEATORE EVENTO – ANGELO PANTALEO
CONTRIBUTO CRITICO – GIUSEPPE RUTIGLIANO
ARTISTI:
Patrizia Affatato, Fabio Casiero, Rosalba Casmiro, Andreina Cristino, Teresa Dagnessa, Silvia dalla Dea, Rosy Daniello, Wanda delli Carri, Antonio Di Michele, @dresscodeguru (Bologna), Savino Ficco, Anna Fiore, Maddalena Gatta, Viola Gesmundo, Rosanna Giampaolo, Paolo Grenzi, Dora Grittani, Alfredo Ingino, Juca_Lab, Daria Kirpach, Marco Lepore, Nicola Liberatore, Sara Lori, Veronica Lovati, Nicola Loviento, Nelli Maffia, Matteo Manduzio, Leonardo Mongiello, Stefano Amedeo Moriani, Pietro Pascarella, Giuseppe Petrilli, Jim Picco, Romeo Proietto, Mario Raviele, Monica Refolo, Paola Ricucci, Pietro Ricucci, Veronica Ricucci, Piero Roca, Antonella Rossano, Antonio Sacco, Danilo Scopece, Jano Sicura, Sinuhe da Foggia, Pino Spadavecchia, Paolina Lidia Sroka, Grazia Tavaglione, Daniela Tzvetkova, Elettra Vinelli, Valerio Jarussi, Luciana Vita, zip.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Fase 2, la galleria della Fondazione riapre al pubblico: prorogata al 20 giugno la mostra di Matteo Manduzio

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 20 giugno 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti

I più visti

  • Fase 2, la galleria della Fondazione riapre al pubblico: prorogata al 20 giugno la mostra di Matteo Manduzio

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 20 giugno 2020
    • Fondazione dei Monti Uniti
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    FoggiaToday è in caricamento