rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Eventi Stornara

Lotta al caporalato in agricoltura: nasce il bollino etico "EquaPulia"

Domenico Rizzi dell'Arci di Foggia: Si tratta di un progetto ambizioso, per la cui riuscita è fondamentale la piena collaborazione di ogni soggetto che a vario titolo ha a che fare con la raccolta del pomodoro

Da tempo si sta discutendo del nuovo documento approvato dalla Giunta della Regione Puglia, denominato “Capo free – Ghetto off” per la chiusura del ghetto di Rignano e per la lotta al caporalato in agricoltura: una delle attività più redditizie della criminalità organizzata locale.

L’associazione ARCI Comitato Provinciale di Foggia, in collaborazione con il circolo territoriale di Stornara ARCI Travel, da sempre impegnati in percorsi di convivenza civile ed integrazione dei migranti in Puglia attraverso diverse iniziative di informazione e sensibilizzazione ed anche con la gestione di progetti SPRAR sul territorio di Capitanata, intendono promuovere, per mezzo di un pubblico confronto, questo fondamentale documento di civiltà da cui è scaturita la sigla di un Protocollo Etico (in sede di Prefettura il data 23 Giugno 2014) e, soprattutto, la nascita del bollino etico “EquaPulia”.

Si tratta di un progetto ambizioso, per la cui riuscita è fondamentale la piena collaborazione di ogni soggetto che a vario titolo ha a che fare con la raccolta del pomodoro. Ruoli chiave lo rivestono - ovviamente - anche gli operatori economici e le aziende che operano nella trasformazione del prodotto.

Per questo si invitano le aziende, i cittadini e le associazioni del Terzo settore del territorio, a dare la loro adesione al progetto e, soprattutto, a prendere parte alla tavola rotonda che si terrà a Stornara, in C.so E. Fieramosca, venerdì 8 Agosto a partire dalle 19:30.

All’iniziativa saranno presenti, oltre al Sindaco di Stornara, Rocco Calamita, al Presidente del Comitato Provinciale, Domenico Rizzi, ed al Presidente del circolo ARCI Travel, Vincenzo Signoriello, il dott. Vito Ferrante (Regione Puglia), Daniele Calamita - Segretario FLAI CGIL della provincia di Foggia, Mimmo di Gioia - referente dell’associazione “Libera” di Foggia.

Invitiamo tutti i nostri amici, tutti coloro che hanno a cuore la tutela dei diritti elementari dell’individuo e del lavoratore, a partecipare numerosi. È un gesto molto importante per contribuire a questa lotta contro lo sfruttamento a favore della legalità e dell’integrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al caporalato in agricoltura: nasce il bollino etico "EquaPulia"

FoggiaToday è in caricamento