Sabato, 23 Ottobre 2021
Eventi

A Enrichetta Fatigato il premio "Superga", per il volume "Atomi e Vuoto e il Divino in me"

La bibliotecaria foggiana, riceverà il prestigioso premio per il testo è stato pubblicato dalla Biblioteca Provinciale di Foggia "La Magna Capitana" per ricordare Carlo Gentile, nel trentesimo anniversario della sua scomparsa

Sarà consegnato a Enrichetta Fatigato, bibliotecaria e autrice del volume Atomi e Vuoto e il Divino in me, il Premio Superga di Torino, per la sezione “Socialità e sviluppo”.

Edito da Claudio Grenzi, il testo è stato pubblicato dalla Biblioteca Provinciale di Foggia “La Magna Capitana” per ricordare Carlo Gentile, nel trentesimo anniversario della sua scomparsa. Il testo, che fa parte della collana Fondi Biblioteca Provinciale Foggia, ed è stato presentato lo scorso mese di giugno nell’ambito di una giornata di studio, offre un meticoloso lavoro di ricostruzione bibliografica dei periodici del fondo Carlo Gentile della Biblioteca Provinciale.

“Lo sguardo che ho voluto mantenere, durante l’intero percorso di ricerca e di stesura del libro - ha sottolineato l’autrice -, è stato sempre quello di bibliotecaria, con l’obiettivo di ricostruire la biblioteca di un illustre studioso, che aveva il gusto e la meticolosità di conservare, fascicolare, assemblare raccolte, notizie, informazioni. Anche il titolo del libro è ripreso da un’espressione di Giuseppe Rensi che Gentile scelse come ‘ex libris’ da apporre su ogni foglio conservato nella sua biblioteca”, conclude Fatigato.

Giunto alla 33esima edizione, il Premio Superga - organizzato dall’Associazione italiana cultura e sport, in collaborazione con le Edizioni Pentarco di Torino, con la Rassegna di Letteratura-Arte-Attualità “Percorsi d’oggi”, con il Centro Culturale “Socialità e Sviluppo”, con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia e del Comune di Torino – quest’anno è dedicato a Mario Luzi. Prevista anche la proiezione in anteprima del documentario dedicato al pittore russo Nicolas De Staël.

“Siamo molto soddisfatti di questo riconoscimento – ha commentato il Direttore della Biblioteca Franco Mercurio –, perché dà ragione dell’impegno profuso nella ricerca e nella ricostruzione di un patrimonio immenso, che va preservato, custodito e tramandato”.

Soddisfatto anche il Presidente della Provincia di Foggia, l’avv. Francesco Miglio, che sottolinea l’importanza di valorizzare e trasmettere alle future generazioni la memoria degli uomini illustri della Capitanata.

La cerimonia di consegna si svolgerà domenica 30 novembre 2014, alle ore 16.00, presso l’Hotel Royal di Torino.

Nato a Foggia nel 1920 e morto nel 1984, Carlo Gentile è stato professore di storia e filosofia presso il Liceo-Ginnasio Statale “Vincenzo Lanza” di Foggia. Formatosi alla scuola di Antonio Aliotta e di Ernesto Buonaiuti, amico di Aldo Capitini, Gentile, è stato partecipe di una pluralità di esperienze e di interessi culturali e umani pervasi dagli ideali di fratellanza, tolleranza, umanità e non-violenza, che furono una costante della sua esistenza e che lo portarono nel dopoguerra ad aderire alla Massoneria, dove ricoprì la carica di Gran Maestro Aggiunto e quindi di Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Enrichetta Fatigato il premio "Superga", per il volume "Atomi e Vuoto e il Divino in me"

FoggiaToday è in caricamento